BIESU – Con una flebile speranza nel cuore ci sembra doveroso segnalare quei timidi tentativi di riportare la danza e lo spettacolo dal vivo a livelli di “normalità” in un periodo ancora enormemente difficile a causa della pandemia di Covid 19.

Nella scorsa settimana in Romania ha debuttato la coppia italo-cubana, composta da Vittorio Galloro e Arianne Lafita Gonzalvez, in un Gala di danza dal teatro dell’Opera Nazionale Maria Biesu. L’orchestra del teatro e la compagnia di ballo hanno presentato brani dal repertorio ottocentesco: La Bayadère, La Bella addormentata, Coppelia, Lo Schiaccianoci, La Sylphide, Romeo e Giulietta, Paquita e Don Chisciotte. Ballerini ospiti erano la coppia Gonzalvez-Galloro, che ha danzato il passo a due da Coppelia e dallo Schiaccianoci, e la coppia dei primi ballerini dello Staatsballet di Berlino, Evelina Godunova e Dinu Tamazlàcaru.

La compagnia di ballo dell’Opera Nazionale Maria Biesu ha completato il quadro presentando gruppi di insieme quali il Valzer dei Fiori dalla Bella Addormentata, la Danza Russa dal Lago dei Cigni, la Danza della Famiglia Capuleti da Romeo e Giulietta.

Il Gala è stato mandato in diretta nazionale alla Tv moldava. Con grande difficoltà, in attesa che la campagna vaccinale mondiale gradualmente permetta di abbattere il virus, la danza non si ferma ed usa i media televisivi e video per raggiungere il suo pubblico di appassionati.

Iscriviti alla Newsletter

Roberta Albano
Docente di danza classica abilitata all’Accademia Nazionale di Danza di Roma, critico di danza, studiosa e docente di storia della danza, autrice di saggi e monografie sulla danza. Ballerina professionista fino al 1982, è laureata al DAMS dell’Università di Bologna in “Semiologia dello Spettacolo”. Dal 1990 al 2014 è vicedirettrice dell’associazione Movimento Danza di Gabriella Stazio. E’ inoltre socio fondatore di AIRDanza - Associazione Italiana per la Ricerca sulla Danza.