T*Danse
Trittico.Cantillazioni, di Amalia Franco, Anna Moscatelli e Renata Frana

AOSTA – Torna ad Aosta dal 19 ottobre al 1 novembre, e giunge alla sua V edizione, T*Danse – Danse et Technologie – Festival Internazionale della Nuova Danza di Aosta.

T*Danse

Il Festival è articolato in nove spettacoli, conferenze, un laboratorio civile, tre installazioni multimediali e l’immancabile cerimonia di premiazione degli Igers di T*Danse. È ideato dal coreografo e danzatore aostano, residente a Parigi, Marco Chenevier insieme all’artista romana Francesca Fini.
Il Festival, quest’anno, apre ufficialmente la prima Stagione teatrale della Cittadella dei Giovani di Aosta diretta da Jean Frassy. È una singolare occasione in Italia per assistere a un programma internazionale di spettacoli in cui le arti performative sposano le nuove tecnologie.
Un Festival che continua, anche in un momento storico delicato, a restare al fianco di artisti giovani e di lungo corso.

Si mantiene alta l’attenzione verso il territorio attraverso il coinvolgimento degli studenti del Liceo Artistico di Aosta con percorsi per le competenze trasversali e per l’orientamento. I giovani realizzeranno due installazioni artistiche multimediali, una sotto la guida dell’artista Francesca Fini e l’altra a cura dell’Associazione Culturale 7-8 chili.
Due progetti rispettivamente intitolati There Will Come – story-telling digitale in Realtà Aumentata, omaggio a Ray Bradbury nel centenario della nascita, e Ritratto di Città – Laboratorio/percorso di esplorazione attraverso il video. Quest’ultimo, domenica 1 novembre, culminerà nella presentazione pubblica di una raccolta di immagini, di volti degli individui che attraversano Aosta.

Il calendario

Ottobre

Aprono lunedì 19 ottobre Ariella Vidach, con VOXsolo azione performativa interattiva, e Anna Mikula e Pawel Urbanowicz con Beds Are Burning, sul tema dei cambiamenti climatici. Replicano martedì 20 ottobre.

Giovedì 22 e venerdì 23 ottobre ci sarà una compagnia dalla carriera ventennale e molto conosciuta in Francia e all’estero. CFB 451 fondata dai fratelli Christian and François Ben Aïm, che presentano Mirages – Les âmes boréales. Uno spettacolo che immerge il pubblico in un paesaggio onirico, nel cuore delle distese ghiacciate dell’estremo nord.

Martedì 27 e mercoledì 28 ottobre arriva in prima assoluta il Trittico.Cantillazioni di Amalia Franco, Anna Moscatelli e Renata Frana. Un’opera in tre miniature, in cui si mescolano diversi codici espressivi, dalla danza al teatro di figura alla musica classica indiana.
A seguire, nelle stesse date, Davide Valrosso, coreografo residente nel Balletto di Roma che esplora il rapporto visivo tra atto performativo e pubblico, riflettendo sulla funzione sociale dell’arte. In scena Biografia di un corpo, che immerge un nudo isolato contenente la propria ombra in un percorso che scandisce l’essenza e narra tramite se stesso tutte le biografie possibili.

Venerdì 30 e sabato 31 ottobre altre due prime assolute: Materia di Andrea Salustri. Coreografo residente tra Italia e Germania, il cui linguaggio è al confine con l’arte circense. Uno spettacolo che esplora le possibilità di un materiale, il polistirolo, fino a renderlo vivo e protagonista dello spettacolo.
Canto pop di Fabio Ciccalè, che su un tappeto sonoro di musiche e parole, pietre miliari della canzone italiana, propone un carosello di danze ironiche, grottesche e sensuali, che si colloca a metà tra il teatrodanza e l’avanspettacolo.

Novembre

Domenica 1 novembre, in doppia replica, La Petite Porte della compagnia Racine De Deux in prima nazionale, con Jordan Malfoy, Colas Lardeau, Fabien Faucil. S’interroga sulle possibilità di scelta dell’essere umano, quelle che lo portano a fallire o a proseguire nell’ardua missione di raggiungere i propri scopi.

Intorno agli spettacoli

Il cuore del progetto di T*Danse e la sua programmazione sono rimasti invariati. Gli spettacoli si svolgeranno nel Teatro della Cittadella dei Giovani, i cui spazi saranno rimodulati.
Si rafforza anche il legame con la Biblioteca regionale di cui il Festival è partner. La Biblioteca riconferma per il quinto anno consecutivo l’accoglienza tra i suoi spazi degli appuntamenti Intorno agli spettacoli. Nella Biblioteca regionale saranno ospitati due incontri aperti al pubblico (prenotazione obbligatoria). Il primo: Talk Lecture – Il corpo dell’universo virtuale: la danza interattiva con gli artisti Ariella Vidach e Claudio Prati il 19 ottobre. Il secondo: conferenza a cura del Prof. Alessandro Pontremoli su Danza e trasformazioni. Storia, cultura e società, il 30 ottobre.

I patners di T*Danse

Un’iniziativa di TiDA – Teatro Instabile di Aosta e della Cittadella dei Giovani di Aosta.
Direzione artistica di Marco Chenevier e Francesca Fini.
Realizzata con il sostegno della Fondazione Compagnia di San Paolo nell’ambito del bando Performing Arts; del Consiglio regionale della Valle d’Aosta e della Fondazione CRT nell’ambito del bando Not&Sipari
Con questo festival TiDA – Teatro Instabile di Aosta è entrato a far parte di Performing+, un progetto per il triennio 2018-2020 lanciato dalla Compagnia di San Paolo e dalla Fondazione Piemonte dal Vivo con la collaborazione dell’Osservatorio Culturale del Piemonte. Ha l’obiettivo di rafforzare le competenze della comunità di soggetti no profit operanti nello spettacolo dal vivo in Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta.

Iscriviti alla Newsletter


Mariavittoria Veneruso
Ballerina, performer e giornalista pubblicista interessata a divulgare la storia e le teorie della danza. Laureata in Discipline della Musica e dello Spettacolo all’Università Federico II di Napoli.