MILANO – Lunedì 7 dicembre andrà in scena, e in diretta su Rai 1, A riveder le stelle. Dal Teatro alla Scala, una serata dedicata alla danza e alla lirica.

A riveder le stelle

Lunedì 7 dicembre, giorno di Sant’Ambrogio patrono di Milano, il Teatro alla Scala organizza una serata dedicata alla musica e al balletto. Dalle ore 17,00 l’evento è visibile anche su Rai 1, Radio 3 e Raiplay, con la collaborazione di Rai Cultura.

Durante la serata, le arie d’opera ed i balletti sono intervallati da momenti di prosa; proprio a voler sottolineare la fusione tra le arti. Il titolo riprende il celebre verso con cui Dante chiude l’Inferno della Divina Commedia: “e quindi uscimmo a riveder le stelle”. Si celebra, così, anche il settecentesimo anniversario della scomparsa dell’Alighieri.

Interpreti, musiche e coreografie

La parte dedicata al balletto è diretta dal M° Michele Gamba. Ne sono protagonisti: l’étoile Roberto Bolle; i primi ballerini Timofej Andrijashenko, Martina Arduino, Claudio Coviello, Nicoletta Manni e Virna Toppi e i solisti Marco Agostino e Nicola Del Freo.

Le musiche adoperate per i balletti sono di Pëtr Il’ič Čajkovskij, Davide Dileo, Erik Satie e Giuseppe Verdi. Le coreografie sono di Manuel Legris – che contribuisce alla serata con Verdi Suite, una creazione in omaggio alla musica italiana – , Rudolf Nureyev e Massimiliano Volpini.

Il Teatro in tv

L’impianto scenico vede protagonista il Teatro, con l’Orchestra al centro della platea e artisti dislocati sul palcoscenico, sui palchi e in diversi spazi dell’edificio e dei laboratori. Tale impianto è firmato dal regista Davide Livermore insieme a Giò Forma, con le scenografie digitali di D-Wok.

Grazie a un accordo fra il Teatro alla Scala e la Camera Nazionale Moda Italiana, alcuni dei più prestigiosi stilisti italiani vestono gli artisti in palcoscenico, con il coordinamento del costumista Gianluca Falaschi.

La trasmissione su Rai 1, che si avvale di dieci telecamere e di un gruppo di registi coordinati da Stefania Grimaldi. La diretta è condotta per il quinto anno consecutivo da Milly Carlucci, a cui si aggiunge per la prima volta Bruno Vespa.

Bellezza e funzione civile

Una serata di speranza e di determinazione in cui la Scala e la Rai portano nelle case degli Italiani – ma anche in Francia e Germania grazie all’accordo con Arte, e in numerosi altri Paesi – il valore dell’opera e della danza attraverso i loro interpreti più alti. Ribadendo, così, accanto alla capacità dell’arte di esprimere sentimenti, passioni, bellezza, anche la sua funzione civile.

Iscriviti alla Newsletter


Mariavittoria Veneruso
Ballerina, performer e giornalista pubblicista interessata a divulgare la storia e le teorie della danza. Laureata in Discipline della Musica e dello Spettacolo all’Università Federico II di Napoli.