Lunedì 3 ottobre alle ore 19:30 presso il Teatro Galleria Toledo – Napoli, si potrà assistere alla finale del bando di ospitalità per giovani coreografi RESIDANZA – La casa della nuova coreografia,  indetto da Movimento Danza – Organismo di Promozione Nazionale della Danza. L’iniziativa che rientra nel progetto di ricambio generazionale CUNAE  Nuove generazioni di artisti – Pratiche e processi per il ricambio generazionale dei nuovi talenti, è una delle tante azioni di scouting, sostegno e promozione che Movimento Danza porta avanti ormai da molti anni. Dopo una selezione che ha visto partecipare gruppi, coreografi e performer da tutta Italia, i finalisti , dopo un periodo di residenza a Movimento danza , si presenteranno ad una Giuria che decreterà il vincitore a cui andrà un premio in danaro di 500 euro, una nuova residenza, ed il debutto in forma completa del lavoro coreografico nella rassegna Secon Hand _ Di seconda Mano nel 2017.

I finalisti :

Maria Stella Pitarresi

“Blu Ottobre”
di e con Maria Stella Pitarresi

Uno stato di cambiamento che porta l’uomo ad un nuovo livello di consapevolezza.
Blu Ottobre prende spunto da uno stato di solitudine incorniciato dal Blu che è considerato come una dimensione sacra e sentimentale; da Ottobre che è non solo un mese di malinconica dolcezza ma di dinamico e ritmico cambiamento, dove l’uomo porta con sé  il seme della rinascita.

 

Il duo Sara Bizzoca e Elisabetta Bonfà 

“Na Die Ander”
di e con Sara Bizzoca ed Elisabetta Bonfà

“Per quelli che l’attraversamento ammucchiati e in piedi sopra imbarchi d’azzardo,il mediterraneo è un butta dentro”. Erri De Luca
NA DIE ANDER è un viaggio tra sabbia ed acqua, è lasciare un paese per realizzare un sogno. Naufragio degli Ulisse contemporanei, dove il ritorno a casa viene sostituito dal ricreare una nuova casa, sdradicando le proprie radici e cercando di piantarle in una nuova terra. Così Na Die Ander prende atto di quello che oggi è l’immigrazione, non lontano da quello che era ieri e vicino a quello che sarà domani. È lo spunto di riflessione, non come denuncia, ma come atto di coscienza di qualcosa che c’è e che si vuole ignorare.

 

La Compagnia VuotoPerPieno di Fabrizio Calanna e Lara Viscuso

“La Pragmatica del #Ciaoinvisibile”
di Fabrizio Calanna

Palesare e rielaborare un dilagante abuso dei mezzi di comunicazione che annientano i rapporti umani o li trasfigurano, rendendoli asettici e plastificati eliminando le sensazioni dei primi incontri e dello sviluppo di essi. Attenzionare un crescente annientamento di due delle tre dimensioni della comunicazione interpersonale, quella non verbale e paraverbale affidandosi solamente alla prima, la comunicazione verbale: basata sul suono, la scrittura e immagini alterate ed usurpate.

Interpreti Compagnia vuoto per pieno composta da Fabrizio Calanna, Lara Viscuso, Giuseppe Morello, Davide Boi, Eleonora Cotugno

La Giuria

Mario Crasto de Stefano _ Presidente pro tempore Federazione Danza AGIS e Direttore artistico sezione danza Teatro Pubblico campano

Massimiliano Crauss _ Giornalista

Adriana Cristiano _ Membro Junior_ danzatrice Compagnia Boderline Danza

Antonella Iannone _ Direttore Compagnia Campania Danza

Angela Lonardo _ Giornalista

AnnaRita Pasculli _ Coreografa

La serata verrà condotta da Elisabetta Testa – docente e critico di danza.

 

Parteciperà fuori concorso il Collettivo Woman Experience