Danza
Claudia Bertuccelli in "Agua" di Salvatore Romania. Foto di Francesco Carbone.

AVELLINO – Si è conclusa, lo scorso sabato 16 ottobre, la sesta edizione di Ra.I.D. Festivals. In scena, nell’ultima sera al Palazzo Ducale Orsini di Solofra, Eterna di Lucrezia Maimone per Oltrenotte e Agua di Salvatore Romania per Petranura Danza.

Eterna

Estratta da I racconti dell’illusione, Eterna è una performance tanto affascinante quanto inquietante. Lucrezia Maimone, coreografa e interprete, ha saputo trasmettere l’angoscia di chi si sente intrappolato nella propria mente.

Una donna prigioniera di se stessa, la cui unica via di fuga sono i libri. La performance infatti fa largo uso di elementi scenici, anche spettacolari, che non sovrastano la danza bensì si integrano perfettamente con essa.

La Maimone ha stregato il pubblico con le sue doti fisiche al limite del contorsionismo. La vena circense è infatti una caratteristica distintiva di questa compagnia e si evince anche nel clima clownesco dell’esecuzione. I salti, le capriole, il ritmo comico strappano un sorriso al pubblico, creando un bilanciato effetto tragicomico.

Eterna
Coreografia Lucrezia Maimone
Disegno luci e allestimento Riccardo Serra
In scena Lucrezia Maimone
Musica di Elsa Paglietti (violino)
Lucia Angèle Paglietti (pianoforte, voce)
Costumi Oltrenotte
Produzione Tersicorea
Coproduzione Raid Festivals

Lucrezia Maimone in Eterna. Foto di Francesco Carbone.

Agua

L’acqua come metafora della resilienza e dell’inconscio profondo: questa è Agua di Salvatore Romania. Sul palco Claudia Bertuccelli e Francesco Bax hanno trasformato i propri corpi in flussi d’acqua: a volte placidi come ruscelli, altre impetuosi come il mare in tempesta.

Apprezzati, infatti, gli interpreti per le loro doti atletiche e la capacità di alternare forza a morbidezza dei movimenti. Ottima l’intesa della coppia che ha regalato momenti di incanto.

La loro danza ha dettato il ritmo della performance, compensando una base sonora che rischiava di apparire troppo monocorde. La musica, appunto, sembrava più simile a un calmo corso d’acqua, risultando poco efficace per rappresentare una strenua resistenza.

Agua
Coreografie Salvatore Romania e Laura Odierna
Musiche Salvatore Romania
Interpreti Claudia Bertuccelli, Francesco Bax
Light Design Francesco Noè

Claudia Bertuccelli e Francesco Bax in Augua di Salvatore Romania. Foto di Alessandra Rosa.

Noi siamo Ra.I.D., Danza in video e Noi critici/noi pubblico

Hanno chiuso la serata, e quindi il Festival, le sezioni novità di questa stagione.
Gli interpreti del 16 ottobre hanno danzato nelle riprese video di Noi siamo Ra.I.D., interagendo con i luoghi simbolo di Solofra.
Mentre per la sezione Danza in video sono stati proiettati: The side other side di Lida Fazli, premiato al festival Linea d’ombra, e Untold stories, premiato al festival Movimentale.
Enzo d’Anna e Maria Teresa Scarpa hanno congedato il pubblico, dopo il confronto con i coreografi per la sezione Noi critici/noi pubblico, augurando di rivederci presto per la prossima edizione di Ra.I.D. Festivals.

Iscriviti alla Newsletter

Ballerina, performer e giornalista pubblicista interessata a divulgare la storia e le teorie della danza. Laureata in Discipline della Musica e dello Spettacolo all’Università Federico II di Napoli.