Home Blog Libri di danza Pagine di Danza, la nuova collana editoriale della Kinetès Edizioni

Pagine di Danza, la nuova collana editoriale della Kinetès Edizioni

342

E’ nata la nuova collana editoriale della Kinetès Edizioni, dal titolo «Pagine di Danza». Una bella notizia! Quando nasce qualcosa di bello e di nuovo nel mondo della danza, tutta la comunità artistica ne dovrebbe gioire ed in questo caso anche giovarsi come stimolo e spunto di studio e di ricerca. Una collana dal titolo «Pagine di Danza» di Kinetès Edizioni, che si propone di ospitare libri scientificamente accurati di storia, critica e metodologia della danza, riedizioni e traduzioni di scritti di famosi coreografi e danzatori del passato e del presente, cataloghi e repertori dei grandi teatri di balletto.

Lunedì 12 luglio alle 17 si è tenuta la presentazione con nomi di eccellenza che ho ascoltato con estremo interesse, con tante novità sorprendenti quanto rare e preziose. Un cofanetto di bonbons tutti da assaporare. Oltre alla direttrice editoriale Rossella Del Prete abbiamo potuto ascoltare gli interventi della direttrice della collana Elena Randi e di alcuni dei membri del comitato scientifico formato da Roberta Albano, Silvia Carandini, Eugenia Casini Ropa, Doug Fullington, Madison Sowell, Maria Venuso.

La storia della danza è una narrazione in continua evoluzione che grazie alla scoperta di nuovi documenti e testimonianze si rinnova e si amplia nel tempo.  Questa collana intende seguire gli sviluppi futuri cercando nel passato, perché ogni storia ha origini e radici che possono indicarci il percorso o possano aiutarci a comprendere come si è arrivati all’oggi. Grazie alla presentazione di opere classiche, ad una rilettura aggiornata e contestualizzata da studi recenti, l’idea è quella di condurre il lettore all’interno dell’avventura della danza e dei suoi protagonisti in un’attenta e affascinante ricognizione resa ancora più viva dalle parole del comitato scientifico.

Tanti i volumi di qualità presto in arrivo

A completare la presentazione le curatrici dei volumi che verranno prossimamente pubblicati, hanno presentato le tematiche e le linee di indirizzo dei loro studi. Stefania Onesti con Gasparo Angiolini (1731/1803) e i libretti tra Vienna e l’Italia, Rita Maria Fabris con la traduzione della autobiografia di August Bournonville (1805/1879), Elena Cervellati con i libretti di ballo scritti da Théophile Gautier (1811/1872)  e Giulia Taddeo con i testi della danza nel futurismo italiano, che ci condurrà in un movimento artistico del novecento di primaria importanza per l’arte contemporanea.

Un parterre di autorevoli studiosi specialisti del settore che sta facendo il punto sugli studi sulla danza a livello internazionale, portando ciascuno la propria esperienza e la propria sensibilità.

Una collana ricca e prestigiosa

Una collana ricca e prestigiosa che ci auguriamo in tanti seguiranno e leggeranno con piacere. Il nostro auspicio è che il dialogo con il presente e la contemporaneità si apra al più presto all’interno di questa collana, non solo per poter parlare e conoscere direttamente la danza da chi la danza la sta facendo oggi, ma anche per accompagnare la comunità della danza a comprendere e riflettere su sé stessa. Un privilegio da non sottovalutare.

Poter scrivere della storia della danza mentre il racconto è ancora in fase di elaborazione potrebbe essere una avventura egualmente ricca, emozionante e sorprendente, perché capire il passato per vivere il presente vuol dire anche capire il presente per essere nel presente. Viva la danza, sempre.

Iscriviti alla Newsletter