Pubblichiamo degli interventi dei vincitori del bando My lesson, my body _ Nuovi codici della danza ed. 2016. Una iniziativa nata da un bando indetto da Movimento Danza, con l’obiettivo di dare la possibilità ai giovani insegnanti di esprimere la propria tecnica di danza attraverso la ricerca e la sperimentazione di nuovi linguaggi del corpo.

L’House Dance si basa principalmente sulla house music, le cui origini risalgono ai club di Chicago e New York fine anni ’70. Per capire a fondo quale sia il corpo di questa danza dobbiamo riferirci proprio alle origini e caratteristiche di questa musica e dei luoghi e delle persone che li frequentavano. Nella musica house possiamo trovare elementi hip hop, soul, funk, r&b, latin, african e molto altro. Una danza sociale a cui ognuno contribuiva con il proprio apporto di stili e movimenti diversi provenienti da differenti background culturali. Avviene così una fusione di elementi di hip hop, salsa, capoeria, tip tap e jazz in un amalgama in continua evoluzione che si esprime principalmente nel freestyle: la matrice d’improvvisazione è una peculiarità di questa danza. I principali elementi sono il Footwork, il Jacking e il Lofting. Il danzatore è “dominato” dalla musica che lo spinge a movimenti complessi e veloci dei piedi combinati con movimenti fluidi del torso e elementi di floor work.

Abbiamo approfondito l’argomento con Arturo Minutillo, uno dei vincitori  del bando My Lesson, My Body _ Nuovi codici della danza 2016, che ha presentato queste tecniche e la sua idea di danza, durante la Giornata Mondiale della Danza 2016.

“La danza per me sin da bambino è stata un istinto: non potevo, al suono di un qualsiasi brano musicale, non sentire l’esigenza di muovere dei passi e di tenere il tempo. Negli anni non ho mai perso il senso di libertà che da sempre ha accompagnato la mia danza. Ho cercato però il giusto mezzo tra studio, disciplina e libertà d’ espressione.

L’ hip hop e l’house dance in questo sono state per me l’ideale: basti pensare che, oltre allo studio e alla composizione coreografica, c’è tutta una parte di lezione dedicata e finalizzata a quello che è stato il primo fine di queste danza urbane, ovvero il freestyle, improvvisazione attraverso cui ogni danzatore esprime se stesso e si confronta con l’altro in maniera costruttiva e divertente. Questo è stato quello che ho cercato di trasmettere a chi ha preso parte alla mia lezione alla giornata  mondiale della danza 2016.

Oltre tutte le previsioni che avevo fatto per quella lezione (della Giornata Mondiale della Danza), ho seguito l’energia ricevuta dai partecipanti, ognuna diversa, ognuno con la sua esperienza. Mi sono fatto guidare da quella sensazione e ho provato a far sì che ciascuno esprimesse se stesso senza troppi giudizi o automatismi semplicemente sentendosi libero. Questo seguire il flusso energetico mi ha permesso di essere soddisfatto di quello che stavo facendo e ai partecipanti di sentirsi a proprio agio.

Ho visto principianti e ballerini professionisti durante la Giornata Mondiale della Danza, la cosa bella è che ognuno di loro era lì per il piacere di apprendere con il sorriso; in sala con me c’era una bella energia perché anche chi già aveva un’ impostazione se n’è disfatto, e si è concesso il piacere di apprendere un’altra danza.

Ecco, io credo che il senso di questa giornata sia proprio quello di entrare in sala e studiare lasciando fuori dalla porta tutti quegli schemi e tutte le convinzioni che una persona può avere, divenendo una pagina bianca sulla quale è più facile scrivere. In questo modo l’apprendimento ne gioverà, e magari, perché no, si tenterà di proporre quotidianamente questo approccio. Dovremmo concederci più spesso la libertà di studiare! “

ARTURO MINUTILLOMinutillo verticale

Arturo Minutillo nasce a Piedimonte Matese – Caserta, nel 1992. Approccia alla danza nel 2002 come autodidatta, da sempre appassionato della musica e dalla danza. Nel 2010 si trasferisce a Milano dove studia Hip Hop, House, acrobatica, moderno, floorwork, musica e teatro fisico presso la MODULO FACTORY. Dal 2012 è ballerino in molti show come MTv, J-ax, D&G, Caparezza.

Si esibisce con la compagnia Laccioland per la realizzazione di Cre/Azione, ha danzato per la compagnia Movimento Danza di Gabriella Stazio, fa parte del Collettivo DanzaPolis. Vincitore del bando My lesson my body nell’ambito della Giornata Mondiale della Danza presso Movimento Danza e finalista del bando Residanza ed 2016 presso Movimento danza, Arturo Minutillo presenta l’House Dance attraverso la storia e la pratica delle tecniche che ne sono alla base e la influenzano dal punto di vista della danza.