Home Blog Libri di danza Passi di memoria, il nuovo, prezioso libro di Fabiola Pasqualitto

Passi di memoria, il nuovo, prezioso libro di Fabiola Pasqualitto

146

E’ uscito da pochi giorni un libro prezioso per quanti vogliano approfondire l’aspetto storico e filologico dei grandi balletti, da Giselle a Don Chisciotte, da Excelsior a Shéhérazade, fino ad arrivare ad Apollon Musagète, Le jeune homme et la mort, La Strada.

Si tratta di Passi di memoria – Storia di prime rappresentazioni
Cinque anni di rubriche di storia della danza – Passi di memoria e Accadde oggiedizioni DanzaSi 2021 – scritto da Fabiola Pasqualitto.

Cinque anni di rubriche sul mensile Danzasì

E’ il 2015 quando sul mensile DanzaSì esce il primo articolo della nuova rubrica Passi di memoria di Fabiola Pasqualitto. L’argomento è il Lago dei Cigni in programmazione in quei giorni al Teatro dell’Opera di Roma. Il primo di molti articoli che diventano il modo per creare un vero e proprio spazio di approfondimento e di lettura sulla storia della danza.

Non solo cenni storici sui singoli balletti, ma un modo per risalire alla storia delle prime rappresentazioni di ciascuno di essi.

Dopo qualche anno nasce anche la seconda rubrica di Fabiola Pasqualitto,  Accadde oggi, uno spazio di scrittura per ricordare sia la nascita di importanti artisti dia di prime rappresentazioni storiche di tanti balletti, anche di quelli non programmati dai teatri italiani.

I balletti visti per la prima volta dal pubblico

Oggi, dopo cinque anni dedicati a queste due rubriche, Fabiola Pasqualitto ha sentito il bisogno di raccogliere questi scritti in un unico libro dedicato alle prime rappresentazioni dei balletti, ovvero al momento in cui ogni balletto viene visto per la prima volta dal pubblico, arricchendolo inoltre di revisioni ed aggiornamenti, questi ultimi tratti anche dalle pubblicazioni su Campadidanza Dance Magazine.

Un testo certamente non esaustivo in cui mancano alcuni dei titoli che hanno segnato la storia della danza come ad esempio La Sylphide, il Bolero o Spartacus , ma non per questo meno interessante.

Il libro, con un’impronta divulgativa, vuole affascinare il lettore attraverso un’argomentazione storico-estetica del balletto, le tante curiosità, interviste e recensioni, in un viaggio nel tempo che da
Ballet Comique de la Reine, arriva fino ai nostri giorni. Ogni capitolo è dedicato alla prima rappresentazione di una coreografia e al suo perpetuarsi nel tempo.
La ricerca e la cura delle datazioni delle prime dei balletti, non sempre facile da accertare, ha permesso di creare una sorta di filo conduttore tra gli articoli, che prende le mosse dalla data della prima messinscena.

“I giornalisti devono avere competenze storiche”

Tutto questo grazie ad una prospettiva di lavoro che Fabiola Pasqualitto ha ben chiara e che ci descrive nella presentazione di questo libro:
“Pochi giorni prima del lockdown ho presenziato ad una conferenza di giornalisti e critici di danza, durante la quale ho sostenuto con fermezza un’idea condivisa da molti presenti: la necessità per i giornalisti del nostro campo di avere anche e soprattutto competenze storiche; necessità a mio avviso imprescindibile data la responsabilità del critico di pronunziarsi sul lavoro di un artista.”


Per ordinare Passi di memoria – Storia di prime rappresentazioni Di Fabiola Pasqualitto , vai al link – edizioni DanzaSi

Ecco chi è Fabiola Pasqualitto

Fabiola Pasqualitto Giornalista e critica di danza, danzatrice, coreografa e docente di materie pratiche e teoriche della danza, docente di Lettere e Discipline Audiovisive. Laureata all’Università di Roma “Sapienza” in Arti e Scienze dello Spettacolo, con tesi in Storia della danza, si è poi specializzata nella stessa università in Saperi e Tecniche dello Spettacolo Teatrale, Cinematografico e Digitale, con tesi in Drammaturgie dello spettacolo.

Si è specializzata in Storia, Teoria, e Tecnica della danza per l’insegnamento della materia nei licei coreutici e ha conseguito master di perfezionamento. Dal 2004 è docente ed esaminatrice dei corsi di formazione insegnanti Aid&a per le materie teoriche e pratiche della danza classica, jazz e contemporanea.
Dal 2015 collabora con la testata DanzaSì, curando le rubriche di storia della danza: Passi di memoria e Accadde oggi e il percorso di seminari Narrare la Danza. Dal 2017 collabora con la testata on line «campadidanza». Socio AIRDanza (Associazione Italiana per la Ricerca sulla Danza). Tiene stage pratici e seminari teorici in tutta Italia ed è ospite in importanti rassegne e giurie.

Iscriviti alla Newsletter


Gabriella Stazio
Direttore artistico, manager ed insegnante del centro internazionale "Movimento Danza”, fondato a Napoli nel 1979 ed accreditato dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali come "Organismo di Promozione Nazionale della Danza”. Coreografa e direttore artistico della pluripremiata "Compagnia Movimento Danza" e del "Performing Arts Group". Direttore artistico ed event manager di rassegne, festival, eventi e bandi di danza contemporanea. Promotrice italiana e direttore artistico della "Giornata Mondiale della Danza". Editore di "Campadidanza Dance Magazine". Presidente di "Sistema MeD - Musica e Danza Campania", associazione aderente all’Unione Regionale Agis Campania.