Gener/Azioni
Gener/Azioni: opportunità di promozione per artisti under35

SAN GIORGIO A CREMANO – Sono aperte le iscrizioni per la seconda edizione del concorso Ethnos Gener/Azioni, progetto dedicato agli under35. In premio una somma in denaro per promuovere la propria attività. Per partecipare, inviare la propria candidatura entro il 30 giugno 2020.

Gener/Azioni fa parte del Festival Ethnos e rappresenta un’opportunità per coloro che amano sperimentare ed affrontare tematiche importati quali il dialogo fra culture differenti.

Il concorso è articolato in cinque sezioni: musica, teatro, danza, cinema ed arti visive.

Sezione Danza

Gener/Azioni vuole promuovere e valorizzare progetti coreografici che affrontano tematiche sociali, quali: la promozione civile, il rispetto dei diritti umani e l’incontro fra culture. La danza sarà veicolo di espressione per le identità culturali insediate in Italia. I lavori coreografici proposti dovranno partire dalla matrice etnica, rielaborata in chiave contemporanea.

Requisiti

Sono ammessi danzatori singoli o collettivi composti da massimo cinque persone.
I partecipanti devono essere residenti in Italia e di età non superiore ai 35 anni.
Possono partecipare coloro che non abbiano compiuto 36 anni alla data di scadenza del bando.
In caso di collettivi almeno l’80% dei componenti dovrà avere un’età inferiore ai 35.

Non sono ammesse compagnie di danza amatoriale.
Le performance dovranno avere durata inferiore a dieci minuti.
Le dimensioni del palco previsto per l’esibizione sono di otto metri di larghezza e sei metri di profondità. Perciò le coreografie proposte dovranno fare a meno di allestimenti scenici.

Articolazione del concorso

Il concorso è suddiviso in tre fasi.

1. Pre-selezione

La domanda di partecipazione alle Pre-selezioni dovrà essere effettuata online attraverso l’apposito form d’iscrizione presente sul sito del Festival Ethnos. I danzatori dovranno inviare la domanda entro e non oltre il 30 giugno 2020.

All’iscrizione online dovrà essere allegato il seguente materiale:
scheda dello spettacolo;
– documentazione video della proposta esclusivamente tramite link a piattaforme online (Vimeo, You Tube, etc.) o possibilità di scaricare direttamente i file;
– nel caso di proposte inedite è ammesso anche un video esplicativo della durata di minimo cinque minuti;
– breve curriculum artistico della compagnia e dei singoli componenti;
– curriculum del coreografo;
– 2 foto formato jpeg;

2. Valutazione

Un’apposita commissione artistica, formata dalla Direzione artistica del Festival Ethnos, da giornalisti ed esperti di settore, visionerà il materiale pervenuto e selezionerà fino ad un massimo di tre proposte per la sezione danza.
I concorrenti selezionati saranno convocati tramite e-mail.

3. Esibizione finale

I concorrenti selezionati nella fase 2 del concorso parteciperanno alla Finale. Si esibiranno, quindi, a San Giorgio a Cremano nell’ambito di Ethnos Gener/Azioni.
Il calendario della finale è ancora da stabilire e dipenderà anche dalle autorizzazioni per pubblici spettacoli emanate in risposta al Covid-19.
Ogni concorrente si esibirà secondo modalità e tempi dettati dall’organizzazione.

I vincitori saranno proclamati durante le serate finali su insindacabile giudizio della giuria tecnica.

Il Premio Gener/Azioni

Il vincitore di ciascuna categoria del concorso riceverà una somma di denaro erogata a copertura delle spese di produzione di un video-clip professionale o incisione di un disco o altra attività che lo stesso sceglierà per promuovere la propria crescita professionale.
Tale premio sarà erogato al vincitore di ogni categoria per un importo di 500 euro.

Gener/Azioni è organizzato dal Festival Ethnos e dalla Bazzarra , in collaborazione con il Comune di San Giorgio a Cremano ed il sostegno di Città Metropolitana di Napoli.

Maggiori informazioni sul sito ufficiale del Festival.

Iscriviti alla Newsletter


Mariavittoria Veneruso
Ballerina, performer e giornalista pubblicista interessata a divulgare la storia e le teorie della danza. Laureata in Discipline della Musica e dello Spettacolo all’Università Federico II di Napoli.