LAS PALMAS – Nella Città di Las Palmas nella Gran Canaria il 4 giugno si è svolto un Gala di Stelle del balletto spagnolo e internazionale che ha visto il ritorno in scena dal vivo di artisti e pubblico. E’ infatti una rarità che un gala si svolga con la musica dal vivo ed è ancora più eccezionale che ciò sia accaduto in questi giorni in cui si sta gradualmente uscendo dai rigori della pandemia. Il Gala si è svolto nella bellissima Plaza Mayor de Santa Ana a Las Palmas che ha ospitato mille persone, un terzo del potenziale pubblico che l’ampio spazio può accogliere per rispettare le norme anticovid. Il palco è stato costruito di fronte alla cattedrale tardogotica la cui costruzione è avvenuta all’inizio del Cinquecento per terminare solo nel Settecento. L’evento è stato trasmesso anche in diretta streaming su Youtube.

Le feste della fondazione

Il Gala fa parte delle Fiestas Fundacionales della città di Las Palmas che risale al giugno del 1478 e ogni anno vede l’organizzazione di eventi e spettacoli. L’orchestra sinfonica di Las Palmas, diretta dal maestro Thomas Rossner, ha accompagnato ballerini provenienti da numerose compagnie di prestigio. Si sono esibiti i primi ballerini della Compagnia Nazionale di balletto (Portogallo), del Victor Ullate Ballet (Spagna), dell’English National Ballet (Regno Unito), i principals dello Staatsballet de Munich e SemperOper de Dresden (Germania) e del Balletto di Cuba.

Il programma

Il programma ha presentato una successione molto varia tra cui il Preludio dalla Carmen di Bizet, la Ferruca di De Falla, Le Stagioni di Čaikovskij, il passo a due dall’atto delle Ombre da La Bayadère, il passo a due da Le Fiamme di Parigi, Valse da Staruss, La morte del cigno di Saint-Saens, il passo a due dal Don Quijote di Minkus, La danza delle ore di Ponchielli.

I protagonisti

La serata ha visto l’alternarsi in scena di professionisti invitati dall’organizzatore Jacob Hernandez Martin che provenivano dalla Spagna ma non solo. Oltre a Carlos Pinillo, Javier del Leal, Nora Peinadora, Matias Dominguezy Dorian Acosta, hanno danzato la cubana Arianne Lafita Gonzalvez, l’italiano Vittorio Galloro, la portoghese Filipa de Castro, l’inglese Laurretta Summerscales, l’ungherese Istvan Simon che hanno entusiasmato il pubblico tornato finalmente a vedere la danza dal vivo. Per celebrare la festa, la serata si è conclusa con meravigliosi fuochi d’artificio.

Iscriviti alla Newsletter

Docente di danza classica abilitata all’Accademia Nazionale di Danza di Roma, critico di danza, studiosa e docente di storia della danza, autrice di saggi e monografie sulla danza. Ballerina professionista fino al 1982, è laureata al DAMS dell’Università di Bologna in “Semiologia dello Spettacolo”. Dal 1990 al 2014 è vicedirettrice dell’associazione Movimento Danza di Gabriella Stazio. E’ inoltre socio fondatore di AIRDanza - Associazione Italiana per la Ricerca sulla Danza.