Home Attualità Spettacoli ed Eventi Emergenza coronavirus, rinviato al 4 marzo l’inizio del “Danza in Rete Festival...

Emergenza coronavirus, rinviato al 4 marzo l’inizio del “Danza in Rete Festival | Vicenza – Schio”

155

VICENZA – Rinviato l’inizio del festival “Danza in Rete Festival | Vicenza – Schio”, dedicato all’espressione coreutica in tutte le sue forme e promosso dalla Fondazione Teatro Comunale Città di Vicenza e dalla Fondazione Teatro Civico di Schio, a causa dell’attuale emergenza sanitaria.
In seguito all’ordinanza emessa dal Ministero della Salute, d’intesa con il Presidente della Regione Veneto, sulle misure di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, gli appuntamenti del Festival Danza In Rete in programma dal 24 febbraio al 1° marzo sono annullati.

Il festival avrà dunque inizio non prima di mercoledì 4 marzo con la sezione Danza in Rete Off concepita per mettere in luce coreografi di danza contemporanea emergenti, italiani e stranieri, in particolare gli artisti degli anni ’10 del nuovo millennio. Gli eventi che erano programmati per venerdì 28 e sabato 29 febbraio sono stati rinviati a data da destinarsi.
Data la situazione estremamente aleatoria e d’accordo con il maestro Richard Goode, la Società del Quartetto ha deciso di rinviare anche il concerto di lunedì 2 marzo.

Abbonati e singoli spettatori potranno mantenere gli attuali titoli d’ingresso per assistere agli spettacoli sostitutivi o posticipati. Per i possessori dei singoli biglietti sarà possibile richiedere il rimborso.
Qui tutte le informazionihttp://bit.ly/2T9FgaJ.
Tutti gli aggiornamenti saranno pubblicati sul sito www.tcvi.it e sui canali social del Teatro Comunale di Vicenza.

EVENTI ANNULLATI (rinviati a data da destinarsi):

  • VENERDÍ 28 FEBBRAIO 2020
    “Lost in this (un)stable life”
    “Lost in my (28) days”
    Il primo appuntamento, una doppia performance, era in programma venerdì 28 febbraio alle 21.00 allo Spazio Ab23 Vicenza (contrà Sant’Ambrogio 23), coreografie di Nicolas Grimaldi Capitello.
    “Lost in this (un)stable life”, in prima regionale, con Nicolas Grimaldi Capitello e Francesco Russo, una produzione Körper in coproduzione con Cornelia, spettacolo selezionato per la Vetrina della giovane danza d’autore – Anticorpi XL 2019. Un assolo a due corpi che si muovono nello spazio circoscritto di una piccola piscina gonfiabile, in un equilibrio che propone una continua inversione di ruoli, invasione di spazi e capovolgimento di condizioni, per far comprendere la precarietà del contesto all’interno del quale si relazionano le due personalità. Numerosi i riferimenti: da Vladimiro ed Estragone di “Aspettando Godot”, all’equilibrio di Yin e Yang.
    “Lost in my (28) days”, una produzione Cornelia – anteprima nazionale e coproduzione del festival – che vede protagonisti Eleonora Greco e Nicolas Grimaldi Capitello. Attraverso l’uso del trasformismo e dei ricordi, si analizza il rapporto tra due donne, con la messa in scena di due figure contrapposte, una più attempata ed una più vigorosa. Un ciclo irregolare di nascita, vita e morte scandisce il tempo della pièce, e le due figure, anche qui, vengono messe a confronto per far emergere similitudini e diversità: seppur contrastanti, sono indispensabili l’una all’altra.
  • SABATO 29 FEBBRAIO 2020
    “Tu meur(s) de terre”
    Il secondo appuntamento di Danza in Rete Off era previsto per sabato 29 febbraio alle 19.00 al Ridotto del Teatro Comunale di Vicenza: protagonista il danzatore e coreografo tunisino Hamdi Dridi interprete della performance, in prima regionale, “Tu meur(s) de terre” realizzata in collaborazione con il compositore David Millemann e con Marine Oger e Jean-Charles Bessonneau, una produzione Cie Chantiers Publics /Hamdi Dridi con il sostegno di CNDC – Angers, Hafiz Dhaou/Chatha Compagny, William Petit/Fabrik Nomade Company, Gianni Joseph, Seifeddine Manai/Brotha di Another Motha Compagny. La performance di Dridi si inserisce nel focus sul talento emergente nel bacino del mediterraneo che la sezione Off del Festival propone al pubblico. L’artista porta in scena un poetico e commovente assolo sulla storia di suo padre e sul dramma della perdita: attraverso il suo corpo Dridi rievoca quello del genitore prematuramente mancato, in un dialogo tra cielo e terra.

PROSSIMO EVENTO

  • MERCOLEDÌ 4 MARZO 2020
    “Golem”
    L’attesissimo inizio del festival è previsto per mercoledì 4 marzo alle ore 21.00 presso il Teatro Civico Schio con la performance “Golem” realizzata dalla Compagnia Esklan art’s factory, in prima nazionale assoluta. La coreografa Erika Silgoner rivisita il mito del Golem per indagare i limiti esistenziali dell’uomo contemporaneo e le complesse leggi che regolano la vita. Sulla scena quattro danzatori e un live electronics; è previsto un incontro con la compagnia dopo lo spettacolo.
    Biglietti acquistabili sul sito: https://bit.ly/3c9Xphh

Mariavittoria Veneruso

Iscriviti alla newsletter di Campadidanza

Iscriviti alla Newsletter


Mariavittoria Veneruso
Ballerina, performer e giornalista pubblicista interessata a divulgare la storia e le teorie della danza. Laureata in Discipline della Musica e dello Spettacolo all’Università Federico II di Napoli.