Roma – Vivi con l’idea che donne come lei non moriranno mai. E poi invece succede e ti rendi conto di essere impreparata, che non te lo aspettavi. Elisabetta Terabust è morta oggi a Roma ed immediatamente ne percepisci il vuoto, ti senti un pò più sola.

Ti manca già la sua integrità, la sua energia, la sua intelligenza, la sua caparbietà, la cultura, la sua capacità di percepire la danza con passione e rispetto. Per chi ha avuto la fortuna di vederla danzare, di conoscerla personalmente, di guardare nei suoi occhi acuti che sapevano guardare oltre, di ascoltare i suoi discorsi diretti e senza mediazioni, è uno shock.

Inutile dire della grande ballerina osannata dal pubblico nei teatri, a cui sono stati dedicati ruoli e balletti indimenticabili da grandi coreografi. E’ storia.

Ci piace ricordala così in questa foto mentre insegna a giovanissimi allievi. Già ci manchi.

Gabriella Stazio

 

Ph: Stefano Piancastelli a Movimento Danza – 2001

iscriviti alle newsletter di campadidanza