De Homine
La compagnia IFunamboli Paris diretta da Fabio Crestale

PADOVA – Il Festival internazionale di danza torna al Teatro ai Colli domenica 11 ottobre alle ore 20.00 con uno spettacolo di IFunamboli Paris. La compagnia francese, diretta da Fabio Crestale, metterà in scena in prima nazionale la sua ultima creazione: De Homine.

Direttamente da Parigi giunge a Padova la compagnia IFunamboli Paris diretta dal coreografo Fabio Crestale con uno spettacolo intenso. De Homine: performance sul bullismo e l’omofobia, analizzati tutti gli aspetti e gli spazi in cui questi mali possono manifestarsi nella nostra vita.

Attraverso la testimonianza di un individuo, facile vittima di crudeli violenze, la danza rivela corpi segnati dall’aggressività. Gli abusi ripetuti hanno un effetto devastante sull’individuo, lo distruggono lentamente.
Lo spazio di ogni singolo danzatore prende forma, nella seconda parte dello spettacolo, attraverso l’utilizzo di tappeti. Si esplorano così le possibilità di questo luogo rassicurante, fino a quando gli spazi si intrecciano mettendo in pericolo l’individuo più debole. Perenne scontro per resistere alla sottomissione e salvaguardare la propria dignità.

Terza settimana per la XVII edizione del Festival Internazionale di Danza Lasciateci sognare organizzato dall’Associazione La Sfera Danza di Padova. La direzione artistica è di Gabriella Furlan Malvezzi. Il Teatro ai Colli di via Monte Lozzo ospiterà come ogni anno parte della rassegna coreutica sostenuta da Comune di Padova, la Regione Veneto ed il MIBAC.

Biglietti
Intero 10 euro
Ridotto 7 euro per studenti universitari, iscritti a scuole di danza,over 65
Ridotto 5 euro bambini fino ai 9 anni
I biglietti sono disponibili al botteghino del Teatro ai Colli 2 ore prima di inizio spettacolo.
Prenotazioni alla mail lasferadanzacomunica@gmail.com

Iscriviti alla Newsletter


Mariavittoria Veneruso
Ballerina, performer e giornalista pubblicista interessata a divulgare la storia e le teorie della danza. Laureata in Discipline della Musica e dello Spettacolo all’Università Federico II di Napoli.