In foto, la locandina che annuncia le audizioni della Dancehaus per il 2020/2021.
In foto, la locandina che annuncia le audizioni della Dancehaus per il 2020/2021.

MILANO – DanceHaus non si ferma e annuncia le smart audition per l’anno accademico 2020/2021. Un modello semplice e funzionale che si affianca al già rodato programma di erogazione dei corsi via web.

Susanna Beltrami e la sua accademia fronteggiano la crisi Covid-19 con grande serietà e professionalità. E soprattutto in un momento come questo, per un centro di formazione di portata internazionale, è importante essere presente per i suoi (aspiranti) studenti. DanceHaus è oggi considerata una vera e propria dance-community, fucina delle arti e dei mestieri e punto di riferimento internazionale per giovani artisti e creativi della danza che qui hanno la possibilità di sperimentarsi, confrontarsi e specializzarsi in un contesto stimolante, in linea con le tendenze culturali e artistiche del momento.

Come candidarsi

Le audizioni via web indette da DanceHaus sono costruite su quattro semplici step.

1°Step

Scarica e compila il modulo. Lo trovi qui:
https://www.accademiabeltrami.com/audizioni-online

2°Step

Crea 3 video:

uno mentre esegui una sbarra di classico;

successivamente uno in cui esegui una variazione di contemporaneo;

infine uno in cui ci racconti in un minuto chi sei, qual è la tua formazione e quali sono i tuoi obiettivi artistici.

3°Step

Scrivi il tuo Curriculum Vitae indicando le tue esperienze di
formazione pregresse.

4°Step

Quando tutto il materiale sarà pronto, invialo a eventi@dancehaus.it tramite la piattaforma WeTransfer ricordando di mettere in oggetto “Audizioni web Accademia Susanna Beltrami”.

DanceHaus non si ferma e attende la tua candidatura quindi per qualunque dubbio, contatta eventi@dancehaus.it.

Iscriviti alla Newsletter


Luigi Aruta
Danzatore, docente di danza e chinesiologo. Opera come performer e giovane autore in Borderline Danza di Claudio Malangone e collabora come danza-educatore con enti e associazioni. Attivo nel campo della ricerca pedagogico-didattica, porta avanti un'indagine sui vantaggi della danza come dispositivo di adattamento cognitivo e sociale.