Cross Festival 2020 Walk Edition

VERBANO CUSIO OSSOLA – Nasce Cross Festival 2020 Walk Edition, un programma ricco di appuntamenti. Dal 9 luglio al 26 settembre esploreremo il rapporto fra l’arte e il suo contesto.

Il 16 aprile è stata, purtroppo, annullata l’edizione 2020 di CROSS Festival, il progetto di Antonella Cirigliano e Tommaso Sacchi a cura dell’associazione culturale LIS LAB. Ma dalla voglia di ripartire è nato Cross Festival 2020 Walk Edition.

È stato, infatti, necessario rivedere il programma ideato prima del Covid-19, rimandare gli appuntamenti con artisti internazionali, posticipare i concerti e gli eventi. Al contempo, però, sono stati invitati, per trasformare in opportunità di bellezza un momento drammatico, 15 artisti italiani che creeranno 15 camminamenti. Si tratta di percorsi di nomadismo intellettuale in luoghi da scoprire e valorizzare di Verbania e della provincia azzurra, fra montagne e lago. Molti artisti saranno in residenza a Verbania per creare i percorsi direttamente in loco.

Per questo nuovo festival, sicuro e sorprendente, un format di spettacolo dal vivo a partire dal dialogo con gli artisti per creare un confronto oggi ancora più necessario. Alla base di tutto c’è la sinergia con le rappresentanze e gli operatori culturali del territorio, fondamentale nei mesi futuri per la ricostruzione. Spettacoli site specific, passeggiate naturalistiche e trekking performativi, sonorizzazioni, esplorazione del territorio attraverso lo sguardo degli artisti, alla scoperta di un nuovo modo di vivere l’arte e dei rispettivi ruoli di artista e spettatore.

Il programma

Luglio: prima metà

Il programma ha inizio giovedì 9 luglio negli spazi interni e esterni del Teatro Maggiore di Verbania. L’acclamato Graces di Silvia Gribaudi, Premio Danza&Danza 2019 Produzione italiana dell’anno; vincitore dell’azione CollaborAction#4 2018/2019; selezionato a NID Platform 2019.

Sabato 11 luglio Cross Festival esce dalla città e, in collaborazione con Fondazione Piemonte dal Vivo, si muove verso Cavandone, dove exvUoto Teatro propone la prima performance itinerante del programma per un pubblico di 20 persone. Mappature emotive è l’occasione per vivere una fiaba contemporanea e trovare un nuovo punto di vista sul reale incontrando un luogo che prima non si conosceva.

Domenica 12 luglio il talento di Francesca Foscarini incontra le parole di Cosimo Lopalco negli spazi esterni di Villa Giulia con LANDing . Ispirandosi alla pratica di riabitazione e attraversamento degli spazi ideata da Guy Debord, si proporrà quindi di stabilire relazioni nuove e insolite con territori, urbani e naturali, che normalmente attraversiamo in modo quotidianamente.

 Martedì 14 luglio, a partire dal quartiere Sassonia, una camminata di 1 ora e 30 minuti guidati dalla visione di Giselda Ranieri, Anna Serlenga, Rabii Brahim che ritornano con HO(ME)_project Verbania #2 / Walking Sassonia. Il collettivo indaga il concetto di casa come luogo fisico ma anche simbolico, iconico e intimo.

Luglio: seconda metà

Sabato 18 luglio il Collettivo AZIONI fuori POSTO accompagna il pubblico da Ronco (Frazione di Ghiffa – VB) al Sacro Monte SS. Trinità in una performance itinerante intitolata Oltrepassare, vincitrice del Bando Danza Urbana XL 2020.

In collaborazione con Tones of the Stones, il Festival arriva il 22 luglio alla Cava Roncino di Oira (Crevoladossola) con Il segreto di Annamaria Ajmone. Un’ azione coreografica con tre macchine sonore rotanti immaginate e realizzate da Francesco Cavaliere. La serata sarà poi aperta da un talk con l’architetto Elisa Cristiana Cattaneo.

Domenica 26 luglio si indossano le scarpe da trekking per una camminata un po’ più impegnativa, con rientro in notturna, da Cavandone a Monterosso. Due ore e mezza per una performance in natura con suoni e visioni, in un vero e proprio rito collettivo immaginato da Riciclette per la regia di AjaRiot intitolata CURA.

Giovedì 30 luglio Alberto Ricca e Elisa Sbaragli sonorizzano Casa Ceretti a Pallanza. La loro Industrial Soundscape, in un loop dalle 18.00 alle 22.00 a ingresso libero, costruisce un paesaggio sonoro e visivo che rievoca il passato ad altissima densità industriale di molti territori italiani.

Agosto

Cross Festival non abbandona il suo pubblico nel mese di agosto e propone, mercoledì 6 agosto, una passeggiata con la guida del poeta, regista e pensatore cult Franco Arminio. Da Suna a Fondotoce e in collaborazione con la Biblioteca Civica P.Ceretti e l’Associazione 21 Marzo. Un’occasione unica per camminare, in cerca di meraviglie e in difesa dei piccoli paesi. In serata lo stesso Arminio terrà una vera e propria conferenza nel Parco della Biglioteca Civica P. Ceretti.

Settembre

Il mese di settembre si apre, sabato 5 settembre, con un’esperienza performativa intitolata Peace Walk, un progetto del Kunpen Lama Gagchen in collaborazione con Cross Project. Alle 15.00, presso il centro di Albagnano, la Cerimonia della Dissoluzione di un mandala di sabbia. Alle 18.30 Come usare la mente per essere felici conferenza di Lama Michel Rinpoche al Teatro il Maggiore. Il Lama condividerà la sua esperienza e conoscenza della filosofia buddista riguardo temi della nostra realtà quotidiana, offrendo una chiave di lettura differente per la nostra vita.


Giovedì 10 settembre CROSS Festival ritorna al Teatro Maggiore di Verbania per la restituzione pubblica del lavoro di residenza creativa del collettivo Qui e Ora. Con TRE – quanto vale un essere umano? Francesca Albanese, Silvia Baldini, Laura Valli per la regia di Silvia Gribaudi e Matteo Maffesanti rispondono a domande fondanti dell’essere umano.

Sabato 19 e domenica 20 settembre, Cross Festival arriva a Villa Taranto a Pallanza. Qui Compagnia Tecnologia Filosofica presenta la performance itinerante di danza contemporanea Sinfonia H20, selezionata dal Bando residenze coreografiche alla Lavanderia a Vapore di Collegno. Un itinerario site-specific tra le bellezze di uno dei giardini più belli d’Europa.

L’ultimo appuntamento del Festival, sabato 26 settembre, in collaborazione con Letteraltura, Animanera presenta a Villa Giulia la performance Love Suite. Storie di amori diversi, di passioni, di desideri ardenti, travolgenti, totali. Amori che scorrono sulla sottile linea rossa che separa vita e morte, eros e violenza, autocoscienza e confusione.

Iscriviti alla Newsletter


Mariavittoria Veneruso
Ballerina, performer e giornalista pubblicista interessata a divulgare la storia e le teorie della danza. Laureata in Discipline della Musica e dello Spettacolo all’Università Federico II di Napoli.