Home Work Bandi e Call CosiDanzi: ecco il bando per la Residenza della Giovane Danza D’Autore ad...

CosiDanzi: ecco il bando per la Residenza della Giovane Danza D’Autore ad Ostia

77
CosiDanzi, residenza per la Giovane Danza D'Autore.
In foto, gli operatori del settore che hanno assistito all'esibizione dei lavori al Teatro Lido di Ostia lo scorso anno.

OSTIA (RM) – Torna puntuale CosiDanzi, bando di residenza per la Giovane Danza D’Autore indetto da CosiArte di Rozenn Corbel e Silvia Di Sabatino. Un’iniziativa giunta ormai alla sua quinta edizione, cresciuta negli anni grazie ai lavori che ha contribuito a far nascere. Lavori che successivamente hanno trovato spazio e visibilità in diversi festival sparsi sul territorio.

La premessa

CosiDanzi nasce proprio da una riflessione sul territorio, sprovvisto di spazi e opportunità per la danza e l’arte contemporanea in generale. Questa mancanza obbliga il settore ad operare in condizioni problematiche e precarie che non favoriscono, anzi ostacolano, l’emersione dei giovani talenti e la produzione creativa in genere.

L’iniziativa

In seguito al successo riscontrato durante le precedenti edizioni dagli artisti, operatori del settore e dal pubblico, CosiDanzi si propone di offrire nuovamente alla Giovane Danza d’Autore, Pandemia permettendo, la possibilità di trovare accoglienza in un luogo di confronto, condivisione e scambio artistico per la creazione.
Uno spazio in cui poter realizzare un progetto inedito da mettere in scena, accompagnato da un monitoraggio: l’idea è di permettere agli artisti alle prime armi di ricevere un aiuto, inteso come riflessioni, indicazioni, opinioni riguardanti il loro processo creativo. Gli artisti verranno seguiti e consigliati dall’inizio alla fine del percorso.
Questo appoggio consentirà una crescita professionale grazie ad un esperienza di dialogo continuativo e costruttivo durante tutto il periodo di residenza.

I periodi di residenza

Il periodo in cui si prevede di dare ospitalità gratuita sarebbe quello estivo, da lunedì 5 a venerdì 30 luglio con la possibilità di usufruire dello spazio di CosiArte ad Ostia Lido (Roma), nell’arco di orario compreso tra le 10.30 e le 17.30; per 4 ore al giorno a favore di compagnie con più danzatori e per 3 ore per assoli o duetti. Nella precedente edizione 2020, si sono dovute fare delle scelte differenti per essere in accordo con le linee guida del DPCM in vigore in quel momento: per esempio scegliere dei gruppi che non avevano tanti interpreti.

Cosa offre la residenza

Il sostegno alla produzione di CosiDanzi verrà ampliato mediante l’opportunità di presentare l’elaborato creato durante la residenza (massimo 10 minuti) al Teatro del Lido di Ostia (Teatro di Roma) un fine settimana tra fine settembre e metà ottobre, in una serata in cui verranno invitati, oltre al pubblico, operatori del settore come docenti, formatori, coreografi, registi teatrali, giornalisti, costumisti, light designer, musicisti, artisti visivi, programmatori e distributori che operano nella città di Roma e nella regione Lazio.

In seguito all’esibizione delle giovani compagnie, una discussione aperta tra gli artisti, il pubblico e gli operatori, costituirà un ulteriore contributo alla visibilità, alla fruizione e al potenziamento della loro creazione coreografica.

Finalità della residenza

L’obiettivo di lungo raggio di CosiDanzi è di favorire reti e sinergie artistiche tra realtà di danza del territorio, creare e fidelizzare nuovo pubblico per la danza e le arti performative contemporanee, “perciò ci rendiamo disponibili ad immaginare una prospettiva futura, che stimoli la continuità progettuale e non si esaurisca in un unico evento, pur significativo” affermano Rozenn Corbel e Silvia Di Sabatino.

Info e candidature

Per informazioni e candidature scrivere a cosiarte@libero.it entro e non oltre il 31 maggio, inviando un curriculum in cui figuri anche l’età, una lettera di motivazione, una progettazione, un piccolo video di un lavoro precedente e 2 foto danzanti. Tutto il materiale deve essere scritto in lingua italiana e inviato in documento word.

Iscriviti alla Newsletter

Danzatore, docente di danza e chinesiologo. Opera come performer e giovane autore in Borderline Danza di Claudio Malangone e collabora come danza-educatore con enti e associazioni. Attivo nel campo della ricerca pedagogico-didattica, porta avanti un'indagine sui vantaggi della danza come dispositivo di adattamento cognitivo e sociale.