Home Formazione CosiDanzi: chiusa ad Ostia la residenza per giovani autori

CosiDanzi: chiusa ad Ostia la residenza per giovani autori

110
In foto, i finalisti della quinta edizione della residenza CosiDanzi.
In foto, i finalisti della quinta edizione della residenza CosiDanzi.

OSTIA – CosiDanzi, residenza indetta da CosiArte di Rozenn Corbel e Silvia Di Sabatino, si è chiusa sabato 25 settembre ore 19, presso il Teatro Del Lido di Ostia (RM). Una ‘serata vetrina’ per presentare a pubblico e operatori i risultati della residenza, da sempre opportunità di grande visibilità.

Passano gli anni e crescono sempre di più le candidature” dice la direttrice artistica Corbel che prosegue dicendo che “la serata si è chiusa con un tutto esaurito e addirittura molte persone, causa protocollo Covid-19, non hanno potuto partecipare”.

Corbel su CosiDanzi: “Felici dell’esito del percorso intrapreso

Gli otto gruppi selezionati tra le tantissime richieste di candidatura si sono esibiti in brevi lavori coreografici della durata di dieci minuti. I primi studi presentati sono stati creati durante il mese di residenza trascorso negli spazi di CosiArte dal 5 al 30 luglio.

Gli artisti vincitori che hanno partecipato al progetto sono il Collettivo RES4, Rossella Delvecchio, Francesca Formisano, Giuseppina Franzese, il Gruppo EN, Nunzio Perricone, Valentina Puccini e Elettra Rossi.

Le proposte presentate hanno sicuramente tenuto conto del momento storico e come sottolinea la Corbel “i giovani artisti hanno avuto quest’anno un più forte desiderio di creare e di esibirsi dopo il lunghissimo periodo di fermo, imposto al mondo dei lavoratori dello spettacolo.” La pandemia e un nuovo lockdown non sono stati facili da reggere e lo switch tra presenza e assenza è stato spesso brusco e repentino. “Dover passare dalla modalità di chiusura tra le mura di casa, da soli, avendo come unico mezzo di comunicazione uno schermo, al dover tornare in sala danzando in presenza con gli altri, non è stato facile. Infatti, nelle loro creazioni, non tutti hanno osato utilizzare il contatto con gli altri corpi, disabituati a farlo” dice la Corbel.

In ogni caso, il progetto CosiDanzi è in crescita. “Sono aumentate le proposte di candidatura, le richieste di partecipazione del pubblico alla serata conclusiva e il nome di CosiArte comincia ad essere associato ad una buona realtà organizzativa”. Un lavoro minuzioso di relazioni sul territorio (e non solo) quello realizzato con successo da Rozenn Corbel e Silvia Di Sabatino, direttrici di CosiArte, in un territorio certamente non tra i più facili.

CosiDanzi: il ruolo degli operatori di settore

Ai giovani artisti, alla fine dello spettacolo, sono stati dati pareri, pensieri e suggerimenti dal pubblico presente e da operatori del settore: è questa una delle peculiarità di CosiDanzi. Tra gli operatori del settore esponenti di grande prestigio del mondo delle arti performative: Elsa Piperno (coreografa e docente di danza contemporanea), Valeria Morselli (docente di storia della danza e scrittrice), Valentina Versino (coreografa e performer), Donatella Patino (coreografa e formatrice), Roberta Frenquelli (responsabile settore danza MarteLive), Davide Romeo (danzatore, coreografo e direttore artistico della piattaforma coreografica Corpo Mobile), Cinzia Maccagnano (attrice e regista), Rosa Masciopinto (autrice e regista), Giuditta Cambieri (danzatrice, attrice e autrice), Luna Marongiu (danzatrice e attrice), Andrea Polinelli (musicista polistrumentista e compositore) e Paolo Paolacci (musicista polistrumentista e compositore).

Corbel: “Quello che colpisce sempre tutti gli artisti che hanno partecipato è l’accoglienza, la disponibilità, l’amorevolezza e la cura minuziosa per ogni lavoro. La diversità nella scelta delle proposte. La continuità nel seguirli, dal primo momento in cui arrivano a CosiArte, fino alla fine del percorso e anche oltre.” Ciò non può prescindere dalla professionalità che gli operatori succitati mettono nel fornire riscontri e suggerimenti di qualità per gli artisti selezionati. Tutto questo crea un grande appeal e lascia i giovani autori soddisfatti dell’esperienza realizzata. “Si sentono instradati e aiutati, con l’opportunità di crescere e proporre il loro studio anche oltre CosiArte”, dice la Corbel.

Corbel: “Confidiamo in una grande crescita futura

CosiDanzi offre la possibilità di trovare accoglienza in un luogo di confronto, condivisione e scambio artistico per la creazione. Uno spazio in cui poter realizzare un progetto seguito, suggerito riflettuto e messo alla prova nella serata conclusiva del Teatro del Lido di Ostia.

La partecipazione di operatori del settore amplifica le potenzialità dell’esperienza, un vero e proprio primo passo verso la carriera autoriale.

L’obiettivo di lungo raggio di questo progetto è di favorire reti e sinergie artistiche tra realtà di danza del territorio, quindi creare e fidelizzare nuovo pubblico per la danza e le arti performative contemporanee. Tutto ciò necessità anche di altro, come l’occhio delle istituzioni e delle fondazioni.

Il nostro sogno è che CosiDanzi cresca sempre di più e venga riconosciuta da tutti, soprattutto dalle istituzioni e che magari pensino anche di sostenerlo economicamente”.

CosiArte ha la direzione artistica di Rozenn Corbel e Silvia Di Sabatino e si trova sul Lungomare Lutazio Catullo 14, Ostia Lido (RM), presso la Pinetina Beachvillage. Qui il link alla pagina Facebook https://www.facebook.com/formedespressione/ .

Iscriviti alla Newsletter

Danzatore, docente di danza e chinesiologo. Opera come performer e giovane autore in Borderline Danza di Claudio Malangone e collabora come danza-educatore con enti e associazioni. Attivo nel campo della ricerca pedagogico-didattica, porta avanti un'indagine sui vantaggi della danza come dispositivo di adattamento cognitivo e sociale.