Il 27 luglio alle 18 nella Sala degli Incisori del Palazzo Serpieri di Urbino verrà presentato il libro che raccoglie un’antologia degli  ultimi articoli di Barbara Sparti (1932-2013) frutto dei suoi decennali studi sulla danza di corte: Dance, Dancers and Dance-Masters in Renaissance and Baroque Italy, Barbara Spartiinserito nella Collana BIBLIOTECA DI DANZA  di Massimiliano Piretti Editore

 

Apprezzatissima storica della danza, Barbara Sparti, danzatrice e musicista nata a New York, fondò nel 1975  il “Gruppo di danza Rinascimentale” che fino al 1988, in Italia e all’estero, è stato il mezzo con cui ha messo in scena il frutto dei suoi studi sui trattati di danza rinascimentali e sulle riproduzioni delle coreografie delle danze di corte in essi contenuti. Molto riconosciuta come studiosa e ricercatrice ed apprezzata per la sua comunicativa e generosità, la Sparti ha curato la traduzione in inglese di Guglielmo Ebreo. De pratica seu arte tripudi (1463) , il più antico  trattato sulla danza di corte. E’stata Visiting Professor all’Università di California, Los Angeles, invitata a rimontare coreografie rinascimentali a Princeton e all’Università di Tel Aviv in Israele, ha creato coreografie per opera, teatro e televisione. Ha formato in Italia e all’estero intere generazioni di appassionati e studiosi di danza di corte. Negli ultimi anni aveva in prima persona iniziato a raccogliere per un’antologia i suoi studi più recenti, compito che hanno portato a termine gli studiosi  Gloria Giordano e Alessandro Pontremoli. Il libro di Barbara Sparti  raccoglie 17 articoli selezionati da lei stessa ed è in inglese per  rispondere alle richieste della comunità scientifica internazionale, che la ricorda come una tra le pioniere nella danza antica che è riuscita ad arricchire i suoi studi specifici sulla danza  con gli studi musicali, etnologici ed artistici senza mai distaccarsi anche dalla sua vocazione di interprete e riproduttrice.

Roberta Albano