phpThumb

 

“Era un luogo dove si poteva pensare e agire fuori dagli schemi”
Merce Cunningham

 

NEW YORK – Jacob’s Pillow Dance Festival, il festival di danza più longevo degli Stati Uniti, giunge alla sua 82° edizione e apre le porte il 14 giugno con una serata di gala che prevede le esibizioni di Carmen de Lavallade, Hong Kong Ballet, Trey McIntyre Project e gli studenti della Scuola del Jacob’s Pillow in una prima della coreografa Jessica Lang. Verrà inoltre presentato il Jacob’s Pillow Dance Award e inaugurate la mostra GOTTA DANCE! Dance Movie Posters from the Mike Kaplan Collection e, all’interno del Ted Shawn Theatre, la mostra dedicata al centennale di Ted Shawn e Ruth St. Denis. E’ proprio al pioniere della danza moderna Ted Shawn che si deve quello che oggi è considerato patrimonio storico nazionale dalla Dance Heritage Coalition e dal Governo degli Stati Uniti.

Ted Shawn, nel 1930, acquistò una fattoria nello stato del Massachusetts che nel 1790 era stata costruita dalla famiglia Carter. La fattoria era situata su una roccia a forma di cuscino (pillow) e perciò assunse il nome di Jacob’s Pillow.

In seguito alla separazione dalla moglie Ruth St. Denis, con la quale aveva fondato la Denishawn School, Shawn aveva deciso di fondare una compagnia di soli uomini, i Men Dancers. Nel 1933, per promuovere il loro lavoro e pagarsi da vivere, Shawn e i Men Dancers cominciarono ad esibirsi su una pedana all’esterno del Bakalar Studio a Jacob’s Pillow. In poche settimane, il ristretto pubblico di curiosi, da 45, raggiunse un numero superiore ai posti disponibili.

I Men Dancers nel tempo libero costruirono alcune delle strutture tutt’ora in uso dal Festival e si esibirono fino al 1940, anno in cui si sciolsero per arruolarsi.

Caduto in rovina, Shawn si vide costretto a vendere Jocob’s Pillow che nel 1941 fu acquistato da Alicia Markova e Anton Dolin. La direzione del loro Festival Internazionale di Danza fu un successo e fu istituito il Consiglio del Jacob’s Pillow Dance Festival. Shawn fu nominato direttore nel 1942 e rimase alla direzione fino alla sua morte nel 1972.

Il 9 luglio 1942 fu inaugurato il primo teatro degli Stati Uniti ad essere costruito appositamente per la danza, il Ted Shawn Theatre.

Dalla morte di Shawn, diversi direttori artistici si sono susseguiti, tra cui Liz Thompson che istituì la rassegna Inside/Out e fece costruire il Doris Duke Theatre. Nel 1997 la direzione fu assegnata ad Ella Baff, attuale direttrice artistica.

Nel rispetto della sua storia, la Mission del Jacob’s Pillow Dance Festival è quella di supportare il processo creativo, la presentazione, la formazione e la preservazione della danza e di diffonderne l’arte.

Per tale motivo, ancora oggi, Jacob’s Pillow è considerato la mecca della danza.

Ogni anno spettacoli di diversi stili e tradizioni, letture, proiezioni, mostre, dibattiti coinvolgono 80.000 visitatori. Circa 200 di questi eventi sono gratuiti.

Quest’anno il Ted Shawn Theatre (620 posti) e il Doris Duke Studio Theatre (220 posti) ospiteranno 20 compagnie e artisti di fama internazionale tra i quali: the Hong Kong Ballet, Carmen de Lavallade, Trey McIntyre Project, Unreal Hip Hop, Dance Theatre of Harlem, Hubbard Dance Street Chicago, Ballet 2014 con i Principal del New York City Ballet, la compagnia di Tip Tap Dorrance Dance, Mark Morris Dance Group, gli australiani Circa, i brasiliani Companhia Urbana de Dança e gli italiani T.P.O.

Il palcoscenico Inside/Out, che si affaccia sulle colline di Berkshires, offre invece 40 spettacoli gratuiti e all’aperto ed è una vetrina per compagnie emergenti o minori e per gli spettacoli della Scuola del Jacob’s Pillow.

Tra le altre attività del Jacob’s Pillow ci sono i Community Programs che coinvolgono più di 3.000 persone tra bambini, studenti, insegnanti e danzatori di tutte le età e livelli della Contea di Berkshire. I diversi programmi si svolgono nella sede del Jacob’s Pillow, nelle scuole e location alternative. L’obiettivo è quello di avvicinare un largo numero di persone al mondo della danza attraverso laboratori coreografici, lezioni di danza, interazione con gli artisti e lo staff del Festival.

Vanto del Festival è l’archivio che conta oggi circa 6.000 pellicole e video dal 1894 a oggi, 45.000 foto e negativi, 313.000 stampe, costumi dal 1915 e 2.000 libri.

L’archivio è aperto al pubblico e dispone di un catalogo elettronico accessibile quasi interamente online.

Nel 2011, Jacob’s Pillow ha lanciato il Jacob’s Pillow Dance Interactive (danceinteractive.jacobspillow.org), un database online di videoclip di spettacoli dal 1937 ad oggi. La ricerca può essere effettuata per artista, genere o era.

Ogni clip è di circa un minuto e mezzo. Un montaggio intelligentemente studiato apposta per gli utenti di internet (che preferiscono video brevi) e che  li invogli a vedere gli spettacoli dal vivo.

Jacobs’ Pillow propone inoltre attività formative: la Scuola di danza, un workshop fotografico e stage.

Studenti provenienti dai College americani e da diverse parti del mondo frequentano la Scuola del Jacob’s Pillow. La scuola si diversifica in 4 programmi: danza classica (diretta da Anna-Marie Holmes), Tip Tap (diretta da Michelle Dorrance), danza contemporanea (diretta da Milton Myers) e Jazz/Musical (diretta da Chet Walker).

Tra i docenti delle passate edizioni: Susan Jaffe, Amanda McKerrow, Chet Walker, Nikolaj Hubbe, Katherine Dunham, Rennie Harris, Matt Mattox, Soledad Barrio, Tim Rushton, Finis Jhung, Martin Santangelo, Mercedes Ellington, Stephanie Saland, Victor Plotnikov, Annie-B Parson, Paul Lazar, Aszure Barton, Helen Pickett, Banu Ogan, Mr. Wiggles, Marjory Smarth, Dana Moore e Ric Ryder.

“L’arte di fotografare la danza” e’ un workshop tenuto dalla fotografa Rose Eichenbaum che si sviluppa tra lezioni, sessioni fotografiche con artisti ospiti in diverse location del Festival e fotografie degli spettacoli.

Il Pillow offre inoltre tirocini che coprono tutte le aree del Festival: l’archivio, ospitalità artisti, amministrazione, progetti educativi, fundraising, grafica, marketing, pubbliche relazioni, biglietteria, produzione.

In occasione dell’80° anniversario del Jacob’s Pillow Dance Festival, è stato prodotto il documentario Dancing at Jacob’s Pillow: Never Stand Still. Vincitore del premio Migliore Documentario al San Francisco Dance Film Festival e Dance Camera West Festival di Los Angeles, è stato diretto da Ron Honsa; scritto e prodotto da Ron Honsa e Nan Penman.

Jacob’s Pillow Dance Festival, come la maggior parte delle istituzioni negli Stati Uniti, è sovvenzionato sia da enti pubblici che fondazioni private, cosi come da singoli donatori e volontari.

Simona Ferrara