ROMA – L’Accademia Nazionale di Danza di Roma ha appena terminato la prima parte del Progetto Scene da un Inferno nel XXI secolo, realizzato in occasione dei 700 anni dalla morte di Dante Alighieri (che si sposterà poi a Firenze e Ravenna), in cui la città di Roma è stata protagonista di eventi e performance, che riparte celermente con la XIX edizione del Premio Roma Danza. Anche quest’anno l’edizione si svolgerà online dall’8 al 12 luglio e riguarderà prodotti di videodanza distribuiti in tre categorie:   Dance Movie, categoria dedicata a creazioni originali e inedite (a cui sarà assegnato il premio più alto, di 3000 €); Published Dance Production in cui rientrano video già prodotti e pubblicati negli ultimi tre anni e che concorrono al premio unico di 2000 €; SmARTphone Dance, ambito riservato alle brevi opere realizzate interamente con lo smartphone il cui vincitore si aggiudicherà un altro premio di 2000 €.

19 anni di grandi incontri artistici

Nato nel 2001 sotto l’egida del Presidente del Repubblica, il Premio Roma Danza ha saputo nel corso di quasi un ventennio farsi conoscere e apprezzare da interpreti e coreografi di tutto il Mondo. Un’occasione che intende prima di tutto valorizzare e far emergere i nuovi talenti, offrendo loro la possibilità di essere osservati e valutati da esponenti del mondo della danza. Tanti i nomi che hanno presieduto la giuria nel corso di questi 19 anni: Vladimir Vassiliev, Ekaterina Maximova e poi ancora Maya Plisetskaya, Liliana Cosi, Ismail Ivo, Koffi Koko, Germaine Acogny, e l’intramontabile Carla Fracci a cui quest’anno il Premio, vista la recente scomparsa, dedicherà una particolare menzione.

La Giuria 2021

La commissione di quest’anno comprende nomi eccellenti della danza ed è presieduta da Ana Laguna, danzatrice e docente straordinaria, stella del Cullberg Ballet e musa ispiratrice dei capolavori di Mats Ek, suo compagno di vita. Parteciperà inoltre Robert Swinston, Direttore della coreografia del Merce Cunningham Trust, già assistente di Merce Cunningham e Direttore artistico del Centre National de Danse Contemporaine (CNDC) in Angers. Il coreografo è già presente da varie settimane in Accademia a Roma in quanto è protagonista di un lavoro di ricostruzione coreografica di alcuni soli di Cunningham per l’attività artistica degli studenti del Triennio della Scuola di Contemporaneo. Completano la giuria, Kristian Ratevossian, danzatore e docente di tecnica Vaganova, il critico di danza Alfio Agostini, direttore di Ballet 2000, e  Cesare Pietroiusti, Presidente Azienda Speciale Palaexpo, profilo professionale eccellente in quanto, da medico psichiatra, si è poi rivolto alla discipline della comunicazione e delle arti visive ed  ha insegnato al Laboratorio delle Tecniche e delle Espressioni Artistiche dell’Università IUAV di Venezia ed è stato Visiting Professor all’MFA / LUCAD, Lesley University di Boston.

I Partner e i Premi

Il premio Roma Danza è reso possibile grazie ai contributi del Ministero della Cultura (MIC) e, dal 2019, grazie anche al sostegno economico della Fondazione Cuomo la cui missione, attraverso progetti internazionali, consiste nel potenziare le opportunità di formazione ed accesso alla cultura di studenti e artisti le cui condizioni di vita sono svantaggiate. Da quest’anno anche la Fondazione dell’Accademia Accademia Nazionale di Danza, presieduta dalla professoressa Chiara Zoppolato, emerita docente dell’AND, ha contribuito al Premio, avendo ritrovato, dopo anni di commissariamento, una sua nuova stabilità economica. Si aggregano all’evento le collaborazioni e il  Patrocinio di Roma Capitale, Assessorato allo Sport, Turismo, Politiche Giovanili e Grandi Eventi Cittadini  che nella conferenza stampa vedeva la partecipazione dell’assessore Camilla Lalli del IX municipio in vece di Carola Penna, Presidente Commissione XII – Turismo Moda e Relazioni Internazionali Comune di Roma che ha tenuto comunque a manifestare, in via indiretta, l’apprezzamento per la manifestazione che ha visto la creazione di un  Premio Speciale videodanza “Roma Capitale” con progetti selezionati direttamente dai municipi cittadini che hanno aderito alla call. Si è così ulteriormente rinsaldato il legame tra l’Accademia e la città attraverso lo sguardo di giovani che conoscono aspetti inediti della città.

La direttrice dell’Accademia Enrica Palmieri ha sottolineato la capacità di resilienza che la danza esprime anche attraverso questa iniziativa, in quanto sono arrivati 150 video da ben 30 paesi diversi. I protagonisti non sono solo compagnie di professionisti ma soprattutto giovani coreografi e danzatori che, attraverso la visibilità del Premio Roma, potranno acquisire nuove opportunità lavorative in un periodo davvero difficile per la danza dal vivo a causa della pandemia.

Gli appuntamenti

La giuria si riunirà in presenza a Roma nei prossimi giorni ma dall’8 luglio gli appassionati potranno seguire dalle ore 21:00, sui canali Facebook e Youtube, le proiezioni dei video che sono stati preselezionati dalla Comitato Artistico del Premio composto dai Professori Paolo Demitry, Giorgia Maddamma, Morena Malaguti, Luca Russo, Teri Jeanette Weikel, Dino Verga e presieduto dalla Direttrice Palmieri che ha passato alla fase delle semifinali un totale di 50 aspiranti vincitori. Oltre ai vincitori per le tre categorie e al Premio Speciale videodanza Roma Capitale, verranno assegnati riconoscimenti anche al migliore interprete di ciascuna categoria, al miglior concept e alla migliore relazione tra musica e danza. Come lo scorso anno, anche gli utenti dei social potranno esprimere il proprio giudizio attraverso il Canale Youtube dedicato a questa edizione del Concorso, per l’assegnazione del Premio della Giuria Popolare.

La serata di Gala (12 luglio), sarà trasmessa, in diretta, sulla piattaforma OnTheatre.tv. Per richieste e comunicazioni Premio Roma Danza: premioroma.and@gmail.com. Maggiori informazioni al sito: www.accademianazionaledanza.it/premio-roma-danza. Comunicazione: Laura Sciortino |ufficio.comunicazione@accademianazionaledanza.it

Iscriviti alla Newsletter

Docente di danza classica abilitata all’Accademia Nazionale di Danza di Roma, critico di danza, studiosa e docente di storia della danza, autrice di saggi e monografie sulla danza. Ballerina professionista fino al 1982, è laureata al DAMS dell’Università di Bologna in “Semiologia dello Spettacolo”. Dal 1990 al 2014 è vicedirettrice dell’associazione Movimento Danza di Gabriella Stazio. E’ inoltre socio fondatore di AIRDanza - Associazione Italiana per la Ricerca sulla Danza.