Home Attualità Al MADRE un omaggio a Pina Bausch a dieci anni dalla ...

Al MADRE un omaggio a Pina Bausch a dieci anni dalla scomparsa con i mini-workshop di Marigia Maggipinto e una mostra dei suoi capolavori

192

NAPOLI – Lunedi 6 gennaio si è conclusa la splendida mostra che il Museo MadreMuseo d’arte contemporanea Donnaregina – ha dedicato a Pina Bausch a dieci anni dalla sua scomparsa.

Intitolata Pina Bausch.Ensembles, la mostra è stata accompagnata da uno stimolante ciclo di mini-workshop, della durata di circa 30 minuti ciascuno, aperto non solo ai danzatori, ma anche a tutti i coloro che desiderano conoscere il repertorio di Pina Bausch. Tali incontri sono stati diretti da Marigia Maggipinto, coreografa e danzatrice proveniente proprio dal Tanztheater Wuppertal. Nella incantevole Sala delle Colonne del Museo Madre, l’affascinante Marigia Maggipinto ha illustrato passi e sequenze di alcune famose coreografie della Bausch, quali 1980 e KontakthofDanzatori esperti e non hanno saputo seguire facilmente le indicazione della Maggipinto, che con fascino e vivacità ha trasmesso il proprio entusiasmo a tutti i presenti. Un’esperienza appassionante che ha consentito di conoscere da vicino, sul proprio corpo, la danza di Pina Bausch.

Il mini-workshop è stato preceduto da una video installazione dedicata alla produzione coreografica di Pina Bausch. Al buio della grande sala al piano terra del museo, gli spettatori hanno assistito alla proiezione di innumerevoli spezzoni di coreografie eseguiti dalla compagnia della Bausch nel corso degli anni. Il pubblico è stato come ipnotizzato dal susseguirsi di molteplici danze simultanee, di figure che scivolavano sulla grande parete bianca della sala, in un intreccio di passi di danza, abiti dalle ampie gonne colorate, corse e rincorse.

Mariavittoria Veneruso

iscriviti alla newsletter di Campadidanza