Martedì 22 marzo alle 21 al Teatro Verdi di Salerno va in scena il Gala per la XIII edizione del concorso per giovani talenti della Campania “Tuttinscena”. Organizzato e ideato dai primi ballerini del Corpo di Ballo del Teatro di San Carlo, Luigi Ferrone e Corona Paone, il concorso il 24 gennaio scorso  ha visto effettuata  la selezione di 100 ragazzi da parte di una commissione presieduta dal ballerino cubano Josè Perez e composta dagli organizzatori e da Susanna Sastro, ex solista del Bejart Ballet Lausanne e Antonina Randazzo, docente della scuola di ballo del lirico napoletano . Si tratta di un’iniziativa interessante che dà ai giovani appassionati di danza della regione la possibilità di conoscersi tra loro e di fare esperienze professionali con esperti docenti e coreografi.  Dopo aver lavorato in questi mesi alla realizzazione  di vari  brani nell’ambito del progetto coreografico, i ragazzi, domani sera, daranno vita ad uno spettacolo in cui si affiancheranno a vari solisti ospiti provenienti dai  teatri lirici italiani. La sezione danza classica è stata curata da Corona Paone, l’hip hop è stato seguito da Fritz Zamy, coreografo ballerino , organizzatore di eventi nel mondo della street-dance, la danza  contemporanea è stata affidata a Luca Calzolaro, ballerino e coreografo originario di Eboli. Una sezione particolare è stata dedicata quest’anno alla danza di carattere con Gianni Vacca che cura la stessa disciplina anche per la scuola di ballo del Teatro di San Carlo.

Presentato da Veronica Maya, lo spettacolo sarà dedicato a Lolita D’Arienzo, ballerina e insegnante di danza, da molti anni afflitta dalla SLA, sclerosi laterale amiotrofica.  Momento clou di questa edizione  sarà l’assegnazione dei Premi alla carriera all’ étoile Raffaele Paganini, a Stephane Fournial, neo direttore della scuola di ballo del Teatro di San Carlo, a Laura Comi, ballerina e dal 2011 direttrice della scuola del Teatro dell’Opera di Roma. Premio alla carriera anche all’eclettico e geniale fotografo napoletano Alessio Buccafusca autore, tra l’altro di numerosi libri ricchi di sue splendide immagini delle più grandi celebrità della danza degli ultimi trenta anni.

Roberta Albano