Sabato 20 gennaio, presso il Teatro di Milano, andrà in scena il terzo appuntamento della Rassegna “tuttoDanza in scena”, una nuova e importante iniziativa che mira a creare un’occasione per presentare al pubblico milanese le compagnie italiane di danza contemporanea riconosciute dal MIBACT (Ministero dei Beni Culturali).

Ospiti del terzo appuntamento saranno tre balletti di Michela Barasciutti prodotti da Točnadanza e dal Festival Venezia in Danza.

La prima parte della serata è dedicata al lavoro Le Stanze di Satie, performance creata dalla coreografa nel 2016 in occasione del 150° anniversario della nascita del compositore e pianista Erik Satie, riallestita nuovamente nel 2017.

“Le Stanze di Satie” si propone come percorso poetico nella
personalità e nella profonda “sensibilité” dell’artista.
La pièce si sviluppa su brani che l’artista compose nel suo periodo giovanile, scelti dalla coreografa “per l’eleganza e il mistero, per le sospensioni che aprono visioni sulla personalità di Erik Satie”.
Queste sono: Gymnopedie 1 (per pianoforte) ipnotico, delicato, nostalgico, affascinante dove viene disegnata la personalità dell’artista; Sarabande 3 (arrangiamento per pianoforte e violino) dove si accarezza e si delinea il rapporto sbilanciato e breve del suo grande amore con Susanne Valandon; il trittico si conclude con Gnossienne 1 (per pianoforte), elegante come la noncuranza di Erik Satie.

Nella seconda parte della serata andrà in scena 7 QUADRI + 1, nuova produzione del Festival Venezia in Danza – Teatro Malibran.  Coreografato sempre da  Michela Barasciutti, per il 25° anniversario della fondazione della sua Compagnia, il lavoro si propone come un momento di riflessione su viaggi creativi vissuti in momenti diversi nel suo percorso come coreografa.

Dichiara la coreografa:

Ho riscritto, ridisegnato alcune immagini, sensazioni, colori, suoni con lo sguardo del “io, adesso”, con una consapevolezza nuova ma stratificata da memorie e reinterpretata da mutamenti legati al vissuto e alla percezione. Quello che ne esce è un fluire in divenire (7 quadri) e in sospensione (+1), “quadri” in viaggio nello scorrere del tempo.

Interpreti sono i danzatori: Sara Cavalieri, Alessia Cecchi, Marco Mantovani, Giulio Petrucci e Carlotta Plebs.

La ricerca e l’eleborazione musicale è stata curata da : Stefano Costantini.

Luci, Scene e Costumi: di Michela Barasciutti

Realizzazione Costumi: Lorenza Savoini

Realizzazione Luci: Nicola Ambrus D’Alessio

Per info:

Teatro di Milano

uffici al pubblico e biglietteria da mercoledì a sabato dalle 14 alle
18.

Via Fezzan 11 – 20146 Milano – Tel 02 42297313 –
teatrodimilano@outlook.it

biglietteria on line: www.teatrodimilano.com [1]

 

Letizia Gioia Monda