BERGAMO – È dedicata al coraggio la quinta edizione di Orlando. Identità, relazioni, possibilità: festival culturale queer che da cinque anni organizza a Bergamo una piccola temporanea rivoluzione grazie ad un programma che riflette sui temi dell’identità, dei generi, delle rappresentazioni del corpo e lo fa con film in anteprima anche nazionale, spettacoli e performance di teatro e danza, incontri con ospiti internazionali, mostre e workshop per tutte le età. Quest’anno da martedì 15 a domenica 20 maggio, comprendendo nel calendario la Giornata internazionale contro l’omofobia di giovedì 17 maggio.

Organizzato da Laboratorio 80 e dall’Associazione culturale Immaginare Orlando, quest’anno Orlando propone 35 eventi in calendario,  che si svolgeranno negli 11 gli spazi cittadini coinvolti, grazie alle 40 le associazioni, istituzionali e non, coinvolte in una collaborazione che vede nel festival di maggio il momento culminante per celebrare il lavoro che la comunità svolge durante tutto l’anno.

Eventi di punta della quinta edizione sono la presentazione in anteprima italiana del film They di Anahita Ghazvinizadeh, giovane e apprezzata regista iraniana di livello internazionale che martedì 15 maggio sarà all’Auditorium di piazza Libertà ad accompagnare il suo film per la prima volta in Italia, lo stesso giorno in cui They, prodotto con il supporto di Jane Campion e selezionato al festival di Cannes 2017, esce nelle sale italiane distribuito da Lab 80 film; e poi la presenza della performer inglese Liz Aggiss, esplosiva interprete che mette in scena il suo graffiante ironicissimo spettacolo Slap and Tickle, giovedì 16 maggio sempre all’Auditorium, dedicato a morale e tabù e premiato l’anno scorso al Total Theatre Award al Festival di Edimburgo (serata organizzata in collaborazione con Domina Domna – Festival della cultura al femminile).

In attesa dell’inaugurazione del festival, sabato 12 e domenica 13 maggio, si terrà il laboratorio teatrale per adulti “Nudi e coraggiosi. Nude e coraggiose” (da sabato 12 allo Spazio Giovanile del quartiere Boccaleone, iscrizione richiesta) e la festa di apertura all’Ink Club (sabato 12).

Da martedì 15 gli eventi ufficiali: 10 le proiezioni di film, tutti in anteprima per la città di Bergamo e alcuni in anteprima nazionale, a cui si aggiungono un pomeriggio dedicato ai cortometraggi domenica 20 al Monastero del Carmine in Città Alta, in collaborazione con Teatro Tascabile di Bergamo, e un focus dedicato al cinema d’animazione di Chintis Lundgren in collaborazione con Bergamo Film Meeting (proiezioni in sala prima dei film).

Cinque gli spettacoli dal vivo. Oltre a Slap and Tickle della già citata Liz Aggis, Dolores di e con Jessica Leonello, sarcastico spettacolo il cui protagonista è il pupazzo Dolores, transessuale (giovedì 17); Lo dico solo a te a cura di Lucio Guerinoni, performance conclusiva del progetto teatrale “Sguardi di un certo genere” (venerdì 18); #oggièilmiogiorno a cura di Silvia Gribaudi, protagoniste le donne che partecipano al laboratorio Over 60 (domenica 20, in collaborazione con Festival Danza Estate), e ID-Performance per uno spettatore di e con Dynamis, intimo e delicato racconto sul tema dell’incontro (da venerdì 18 a domenica 20, ogni 30 minuti, prenotazione richiesta).

Dice Mauro Danesi, direttore artistico del festival: «Lottare per una società più giusta non è una moda del passato ma un dovere per tutte e per tutti soprattutto in questi ultimi anni in cui movimenti populisti mettono in discussione libertà e diritti acquisiti. Anche per questo abbiamo deciso di dedicare il quinto anno del festival al tema del coraggio; non quello appariscente e costruito, ma un coraggio meno visibile, tenace e costante che è caratterizzante l’agire della cultura e che sarà sia il tema di riflessione dei prodotti culturali scelti che la modalità in cui lavoreremo per l’anno a venire. Orlando è un festival che non vuole aver paura di affrontare temi complessi, con delicatezza, ironia e attenzione».

In programma anche 4 i laboratori: oltre a “Nudi e coraggiosi. Nude e coraggiose” e “Progetto Over 60”, “Pratiche performative” a cura di Silvia Calderoni e Ilenia Caleo, in collaborazione con l’Accademia di belle arti G. Carrara (da martedì 15 a giovedì 17) e “Come disegnare un mostro” a cura di Stefania Visinoni, per bimbi e bimbe (domenica 20). In esposizione già da martedì 8 maggio, e fino a domenica 20, la mostra Indoor di Luca Brama, a cura di Elio Grazioli, presso lo spazio Giacomo di via Quarenghi: raccolta di frame tratti da film pornografici che vengono ricombinati e spostati sul piano dell’intimità e dell’affettività; ancora in collaborazione con l’Accademia di belle arti G. Carrara, prevista un’apertura speciale con set sonore venerdì 18 alle 18.

In collaborazione con Centro Isadora Duncan e Associazione Bergamo contro l’omofobia le attività per le scuole: due mattine dedicate alla prevenzione degli atteggiamenti di discriminazione e bullismo.

Informazioni per il pubblico

www.orlandofestival.it

www.lab80.it/orlando

info@orlandofestival.it

Info per proiezioni: 035.342239

Per prenotazioni teatro: 380.7775262

Letizia Gioia Monda

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.