Bassano del Grappa, 11 Luglio 2018. Inizia OPERAESTATE FESTIVAL: dei conflitti e delle civiltà, questo il filo conduttore della 38°esima edizione.

Dei conflitti e delle civiltà, un tema per ricordare e chiudere il centenario del primo conflitto mondiale, che ha lasciato tante memorie in un territorio, quello di Bassano Del Grappa, che coincide del tutto con quello dove il festival si sviluppa e dove gli eventi, che si riconducono ai fatti di 100 anni fa, saranno presentati con progetti originali, ambientati  in quei luoghi protagonisti e testimoni della storia.

La sezione danza apre il 17 Luglio, con il ritorno di Sharon Fridman, e della sua compagnia con la prima nazionale di All Ways. Musicisti e danzatori creano insieme un suggestivo incanto dove la danza estremamente fisica e poetica di Fridman li porta ad esplorare l’utopia di un’armonia permanente, da raggiungere dopo aver risolto vicende e conflitti personali e aver trovato un posto e un luogo in cui radicarsi sulla terra. Altra prima il 28 luglio con RAMBERT Dance Company, compagnia inglese di danza contemporanea che porta la sua ultima creazione GOAT di Ben Duke, astro nascente della coreografia inglese. Una nuova creazione che può essere considerata vicina per tema e climax a una “Sagra della primavera”, dove la vittima è destinata a purificare tutti i mali del mondo contemporaneo – dall’uccisione delle foche all’avvelenamento da amianto, agli attacchi terroristici. Il primo appuntamento di Agosto è con FOREIGN TONGUES  di LIQUID LOFT / CHRIS HARING, in prima nazionale il 18 del mese, lo spettacolo pone l’atto del parlare al centro del focus coreografico, riflettendo l’esperienza della vita urbana contemporanea, la sua polifonia e il suo multilinguismo. Si uniscono al festival, due autori provenienti da Les Ballets C de la B, Ido Batash e Lisi Estaras che presentano, il 21 agosto The Israel Connection, creazione che investiga la connessione con Israele vissuta dagli artisti interpreti e autori del lavoro. In scena i codici della ritualità, gesti stereotipati, danze dinamiche e stremanti, per evocare la complessità dell’essere individui e, allo stesso tempo, parte di una nazione.

Per i progetti ambientati nei luoghi, appuntamento il 15 luglio nel museo di arte contemporanea di Arte Sella dove l’opera ideata dallo scultore americano John Grade sarà definita e installata nel corso di una residenza artistica con il giovane danzautore Andrea Rampazzo la cui coreografia ispirerà anche l’allestimento e il movimento dell’opera.

Si ripetono i “Dance Raids” : incursioni di danza contemporanea che portano le performance nelle vetrine, nelle piazze e negli angoli più belli dei centri storici di Bassano e di Feltre.  Due nuove commissioni per questo progetto affidate a Silvia Gribaudi e Siro Guglielmi, che vanno in scena, in location site specific e in urbana, la prima il 18 Luglio e la seconda il 27 Luglio. Nuove creazioni anche per il collettivo Dance Makers e per Dance Well Dancers, il progetto di ricerca e movimento per le persone con parkinson e difficoltà motorie, che ha generato una vera e propria compagnia impegnata anche nella presentazione di coreografie originali. Quest’anno sarà la celebre NELKEN LINE di Pina Bausch ad occupare, il 20 Luglio, Villa Bolasco a Castelfranco Veneto. Nel parco di quest’ultima un centinaio di giovani danzatori condurranno il pubblico alla splendida Cavallerizza dove s’ambienta WRECK – List of extinct species un progetto del coreografo Pietro Marullo che unisce movimento e arti plastiche.

Villa da Porto a Montorso Vicentino si conferma, il 19 luglio, sede del  progetto coreografico Dance in Villa, una creazione multidisciplinare che promuove il dialogo tra le culture, realizzata dalla coreografa Silvia Gribaudi e dal videomaker Matteo Maffesanti con gli anziani e i giovani teenager residenti. La villa ospiterà anche Arabesque, la nuova creazione del giovane coreografo italiano emergente Andrea Costanzo Martinu, creata per i 10 danzatori del collettivo Dance Makers, la trasmissione del celebre lavoro di Silvia Gribaudi A corpo libro a 20 giovani danzatrici della rete No Limita-C-Tion e del nuovo lavoro del giovane danzatore Siro Gugliemi Pink Elephant a 10 giovani danzatrici della rete.

Negli spazi suggestivi del Palazzo Pretorio di Cittadella, la coreografa e danzatrice Sabine Molenaar, fra i 20 artisti selezionati nel 2018 dalla rete Aerowaves, ambienta A Moment, la sua nuova creazione. Lo spettacolo, presentato in prima nazionale il 20 agosto, è un potente assolo, che invita a sperimentare immagini che esistono solo dietro le palpebre e ad entrare in uno stato di disorientamento, ma anche di sicurezza e calma.

Altro progetto interessantissimo di promozione delle arti  è “Cycling dance”, un inedito programma di danza disseminata lungo la ciclopista che collega Bassano del Grappa al Trentino. Il progetto, giunto alla quinta edizione, presenta il 2 settembre performance con coreografie di Silvia Gribaudi, Andrea Costanzo Martini, Siro Guglielmi, Andrea Rampazzo, Silvia Sessi, Michela Negro, ispirate ai luoghi e alla storia, come apparizioni intercettate dal pubblico ciclista.

Dal 22 al 26 Agosto si svolge B.motion Danza 2018, che coinvolgerà esperienze artistiche provenienti da ogni parte del mondo, con speciali commissioni e esiti di progettazioni internazionali. : Daniele Ninarello con il suo Still nato dal progetto ResiDance di Anticorpi XL, Chiara Bersani con l’assolo Seeking Unicorns, Siro Gugliemi con la nuova creazione One, Colletivo Cinetico / Francesca Pennini con Benvenuto Umano, lavoro conclusivo di un progetto coreografico decennale ispirato a Foucault, e Camilla Monga con Quartetto per Oggetti che mette in scena una straordinaria e originale coreografia per corpi e 13 oggetti. Nel programma anche la presenza di lavori scelti nel contesto del progetto europeo partecipato dal Festival Aerowaves: l’italiano Andrea Costanzo Martini, la norvegese Ingrid Berger Myrhe, il greco Christos Papadopoulos e il francese Filipe Lourenço.

Commissionate da Operaestate  4 creazioni per 4 spazi della città agli israeliani Yaara Moses, Ido Batash, all’italiano Andrea Costanzo Martini; ognuna propone un modo originale di relazione, ogni giorno diversa, tra luogo e corpo in movimento.

E’ a Francesca Foscarini che il Festival affida la nuova creazione per i danzatori di Dance Well. La performer e coreografa esplorerà le modalità con cui il suo approccio al movimento e alla composizione, possono venire tradotti dai corpi “speciali” dei danzatori coinvolti. Imperdibile Kiseki – Trajectories, un progetto di ricerca sviluppato a Tokyo e Yokohama, Bassano del Grappa e Arte Sella, e Vitry sur Seine dai coreografi Giorgia Nardin, Satchie Noro, Teita Iwabuchi, in cui gli artisti esplorano e studiano l’arte conservata in alcuni musei coinvolti nel progetto e sviluppano un dialogo congiunto su come mettere in relazione la danza contemporanea con il patrimonio materiale e immateriale ereditato, al fine di costruire, anche attraverso il dialogo tra culture. Arricchiscono ulteriormente la programmazione gli spettacoli, in prima nazionale, degli israeliani Iris Erez e Ari Teperberg, della coreografa e danzatrice nata in Zimbabwe Nora Chipaumire, vincitrice di  3 Bessie Award – Oscar della danza, di James Batchelor, interessante  coreografo australiano, della canadese Melanie Demers, e l’ensemble composto da Simone Aughterlony, Petra Hrašćanec, Saša Božić, provenienti dalla Nuova Zelanda, dalla Svizzera e dalla Croazia.

E’ facile immaginare che Bassano, e i territori limitrofi, saranno in quei giorni crocevia di compagnie, artisti e operatori provenienti da ogni parte del mondo, per condividere, scambiare saperi ed esperienze, incontrarsi sulle realtà del mondo, della cultura e delle arti.

PROGRAMMA DANZA OPERAESTATE 18

Domenica 15 luglio dalle 15 alle 18
Borgo Valsugana – Artesella
JOHN GRADE/ANDREA RAMPAZZO
RISE
prima nazionale

Martedì 17 luglio h 21.20
Bassano – Teatro al Castello “Tito Gobbi”
SHARON FRIDMAN
ALL WAYS

Mercoledì 18 luglio h 21.00
Bassano – Centro storico
Dance Makers/No Limita-c-tions/ Dance Well Dancers
DANCE RAIDS BASSANO
prima nazionale

Giovedì 19 luglio h 21.00
Montorso – Villa Da Porto
Costanzo Martini/Gribaudi – Maffesanti/Guglielmi
DANCE IN VILLA
prima nazionale

Venerdì 20 luglio h 18.00
Castelfranco Veneto – Villa Revedin Bolasco
Marullo/Dance Makers
DANCE IN THE GARDENS
prima nazionale

Venerdì 27 h 21.00
Montebelluna – Centro storico
Guglielmi/Cittadini-Performer
DANCE RAIDS MONTEBELLUNA
prima nazionale

Sabato 28 luglio h 21.20
Bassano – Teatro al Castello “Tito Gobbi”
BALLET RAMBERT
GOAT
prima nazionale

Sabato 18 agosto h 21.00
Bassano – Chiostro del Museo Civico
LIQUID LOFT/CHRIS HARING
FOREIGN TONGUES
prima nazionale

Lunedì 20 agosto h 19.00 e 21.00
Cittadella – Palazzo Pretorio
SABINE MOLENAAR/COMPANY SANDMAN
A MOMENT
prima nazionale

Martedì 21 agosto h 21.00
Bassano – Teatro Remondini
IDO BATASH e LISI ESTARAS /MONKEY MIND
THE JEWISH CONNECTION PROJECT
prima nazionale

Domenica 2 settembre dalle 10.00 alle 13.00
Bassano/Borgo Valsugana – Ciclabile del Brenta
Danz’autori/Dance Makers
CYCLING DANCE
prima nazionale/coproduzione del festival

Domenica 9 settembre dalle 16.30 alle 19.30
Feltre – Museo Rizzarda
Dance Makers
I CORPI DI SCHIELE
prima nazionale/coproduzione del festival

PROGRAMMA B.MOTION DANZA 18

mer 22 h 14.00 giov 23 h 16.00
Museo Civico
CHIARA BERSANI – Italia
SEEKING UNICORNS (coproduzione del festival)

da mer 22 a dom 26 h 15.00
mer 22 Museo Civico Chiostro
giov 23 Giardino Fondazione Pirani Cremona
ven 24 Giardino Ca’ Erizzo                                                  dom 26 Giardino Parolini
YAARA MOSES – Israele
YAARA’S DANCES 1,2,3,4: Over a low Flame (Prima Nazionale)
IDO BATASH – Israele
IDO’S DANCES 1,2,3,4: Alpha / Beta / Hamal / Pollux (Prima Nazionale)
ANDREA COSTANZO MARTINI – Italia
ANDREA’S DANCES 1,2,3,4 (Prima Nazionale)

mer 22 h 17.00 e 22.30
CSC Garage Nardini
IRIS EREZ – Israele
LOCAL/ NOT EASY (Prima Nazionale)

mer 22, giov 23, ven 24, dom 26 h 18.00
Oratorio Cà Erizzo
FRANCESCA FOSCARINI/ DANCE WELL – Italia
ORO. L’ARTE DI RESISTERE (Prima Nazionale)

mer 22 h 21.00
Teatro Remondini
NORA CHIPAUMIRE – Zimbawe/USA
#PUNK (Prima Nazionale)giov 23 h 14.00 – ven 24 h 16.00

sab 25 h 18.00 – dom 26 h 16.00
Chiesa dell’Annunziata JAMES BATCHELOR – Australia
HYPERSPACE

giov 23 h 19.00 e 22.30
CSC Garage Nardini
CAMILLA MONGA – Italia
QUARTETTO PER OGGETTI (coproduzione del festival)

giov 23 h 21.00
Teatro Remondini
CHRISTOS PAPADOPOULOUS – Grecia
OPUS (Prima Nazionale)

ven 24 h 14.00 e 17.00
sab 25 h 14.00 e 16.00
Chiesetta dell’Angelo
ARI TEPERBERG – Israele
AND MY HEART ALMOST STOOD STILL (Prima Nazionale)

ven 24 h 19.00 e 22.30
CSC Garage Nardini
INGRID BERGER MYHRE – Norvegia/Paesi Bassi
BLANKS (Prima Nazionale)

ven 24 h 21.00
Teatro Remondini
FRANCESCA PENNINI – Italia
BENVENUTO UMANO (Prima Nazionale)

sab 25 h 14.00 e 16.00
Palazzo Bonaguro
SIRO GUGLIELMI – Italia
ONE (Prima Nazionale)

sab 25 h 15.00 e 18.00
dom 26 h 14.00 e 17.00
Palazzo Agostinelli
MELANIE DEMERS – Canada
DANSE MUTANTE (Prima Nazionale)

sab 25 h 19.00 e 22.30
CSC Garage Nardini
ANDREA COSTANZO MARTINI – Italia
SCARABEO – Angles and the void

sab 25 h 21.00
Teatro Remondini
FILIPE LOURENCO – Francia
HOMO FURENS (Prima Nazionale)

dom 26 h 19.00
CSC Garage Nardini
SIMONE AUGHTERLONY – SAŠA BOŽIĆ – PETRA HRAŠĆANEC– Svizzera/Croazia
COMPASS (Prima Nazionale)

dom 26 h 21.00
Teatro Remondini
DANIELE NINARELLO – Italia
STILL

mer 29 h 16.00
Museo Civico
GIORGIA NARDIN-SATCHIE NORO-TEITA IWABUCHI – Italia/Francia/Giappone
KISEKI – TRAJECTORIES (Prima Nazionale)

Programma completo su http://www.operaestate.it/

Giada Ruoppo

 

Iscriviti alla newsletter di Campadidanza 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.