Pubblichiamo degli interventi dei vincitori del bando My lesson, my body _ Nuovi codici della danza ed. 2018. Una iniziativa nata da un bando indetto da Movimento Danza, con l’obiettivo di dare la possibilità ai giovani insegnanti di esprimere la propria tecnica di danza attraverso la ricerca e la sperimentazione di nuovi linguaggi del corpo. 

Il danzatore e  insegnante Nicolas Grimaldi Capitello, uno dei vincitori  del bando My Lesson, My Body _ Nuovi codici della danza 2018, ci ha raccontato come ha strutturato e ha dato forma alla al suo Laboratorio di Laboratorio di Performance Preparation durante la Giornata Mondiale della Danza 2018

Il laboratorio nasce dalla volontà di avere una pratica comune che prepari ogni singola persona o gruppo,  alla performance.  Il suono e il movimento sono i motori portanti dell’analisi, dove nessuno prevale sull’altro, ma nascono, si sviluppano e muoiono insieme, e sono pronti ad un nuovo ciclo di sperimentazione. Lo scopo finale della classe dopo aver esplorato al limite suono e movimento, indagherà sull’essenza che ognuno deve trovare per affrontare l’atto performativo in maniera pura e veritiera.

“ È il terzo anno che prendo parte alla Giornata Mondiale della Danza organizzato da Movimento Danza. Quest’anno diversamente dagli altri anni, ho deciso di non fare una lezione tecnica/stilistica, ma ho deciso di affrontare una lezione metodica su come prepararsi all’ atto performativo.
La classe infatti è stata per me una preparazione alla performance corpo/suono. Importante per il mio lavoro è l’unione energetica che il gruppo crea prima di andare in scena: per questo ci vuole una preparazione comune prima di affrontare la performance. La classe che mi si è presentata, fatta maggiormente da ragazzi giovani con gran voglia di esplorare nuovi linguaggi, è stata di grande stimolo.
Ho dovuto pian piano modificare l’assetto della classe in quanto molti degli allievi risultavano bloccati con l’approccio corpo/suono e soprattutto con molti blocchi fisici (dati secondo me da uno studio limitato del movimento). Si è iniziato con il ristabilire una respirazione diaframmatica utile nel tranquillizzare  anima e corpo, e pian piano, grazie anche all’aiuto del Vocal Coach Luigi Sica, abbiamo effettuato dei vocalizzi e delle sincronizzazioni vocali tra i ragazzi. Queste emissioni sonore pian piano hanno dato vita a dei movimenti che si sono trasformati in lanci di energia tra i ragazzi. Nonostante avessi a disposizione un’ora, la maggior parte di loro ha dato un approccio molto positivo, mentre per altri è stato molto difficile liberarsi e lasciar fluire le energie, cosa che potrebbe creare problemi nell’affrontare audizioni e altri tipi di lezioni.

Fondamentale è stato per me far capire a questi giovani ragazzi che bisogna aprirsi sempre di più a nuovi linguaggi contemporanei e iniziare a cercare centri di studio e insegnanti con un’esperienza concreta, che possano aiutare a farli diventare dei danzatori, o meglio ancora dei performer, pronti al lavoro.

Penso che la Giornata Mondiale della Danza organizzata da Gabriella Stazio quest’anno abbia dato un forte messaggio a questi giovani danzatori, di aprirsi sempre di più a nuovi linguaggi contemporanei.”

Chi è Nicolas Grimaldi Capitello

Dopo aver lavorato con alcune compagnie di fame mondiale come VimVandekeybus- Ultima Vez, Nicolas si concentra sulla propria ricerca performativa che esplora con progetti personali e seminari in Italia e all’estero (Peccati di Chore- Roma; ShaanxiNormalUniversity- Xian-Cina; NohowBords- Città del Messico…).

Photo Credits immagine copertina Pasquale Ottaiano, Giornata Mondiale delle Danza 2018 @Movimento Danza

Iscriviti alla Newsletter di Campadidanza