DownloadedFile 1

Dal 17 luglio al 17 agosto si terrà, come ogni anno, il Festival ImpulsTanz di Vienna con tantissimi spettacoli, performances, workshops e dance classes per tutti i livelli.

La prima serata sarà inaugurata con uno spettacolo firmato da Alain Platel dal titolo “Tauerbach”, ispirato a due documentari sulla schizofrenia, dove il movimento è una ricerca dell’animalità e dell’istintività.

A seguire tantissimi nomi come Meg Stuart, Cecilia Bengolea e François Chaignaud, Dada Masilo ed altri.

Nel clima del festival, tanti danzatori internazionali accorreranno per studiare con nomi importanti della danza classica, contemporanea, butoh, nonché esponenti e coreografi di compagnie internazionali che terranno workshops sui vari repertori e principi base dei loro lavori.

Sarà il posto giusto per prendere contatti e conoscere come si muove la danza oggi.

Le grandi sale dell’Arsenal e del Tanzquartier ospiteranno tutte le manifestazioni del Festival.

Un interessante progetto, come ogni anno, è il  “research project” in cui danzatori selezionati tramite cv parteciperanno ad una creazione con Mathilde Monnier, Esther Balfe and Mani Obeya, Thomas Hauert, Akemi Takeya, Andreas Berger and Chris Haring, Keith Hennessy, Meg Stuart, Martin Kilvady ed altri.

Per le classi di training ed i workshops ci saranno Peter Jasko (Les Slovaks), Frey Faust (Axis Syllabus), Kira Kirsh, Inaki Azpillaga, Laura Aris (Ultima Vez vocabulary), German Jauregui, Francesca Harper, Bruno Caverna, Ko Murobushi (danza butoh), Shelley Senter (Trisha Brown repertory), Joe Alegado, Marta Coronado, David Zambiano (flying low), Francesco Scaletta (a surprised body), Koffi Koko, Adriana Borriello, Benoit lachambre

I prezzi sono molto accessibili e soprattutto agevolati per giovani fino a 27 anni, per allievi di scuole di danza, e professionisti in possesso di contratto recente o che frequentano una scuola internazionale.

Sul sito, maggiori dettagli: www.impulstanz.com