Home Attualità Il Teatro Cantiere Florida ospita due prime assolute: “Mr Furry” di Tommaso...

Il Teatro Cantiere Florida ospita due prime assolute: “Mr Furry” di Tommaso Serratore e “Sui Legami” di Maria Vittoria Feltre e Luca Zanni.

112

Venerdi 22 novembre, al Teatro Cantiere Florida, sono protagoniste la danza contemporanea e la sperimentazione. A partire dalle ore 21, andranno in scena Mr Furry di Tommaso Serratore e Sui Legami di Maria Vittoria Feltre e Luca Zanni: due performance molto distanti l’una dall’altra, ma accomunate dalla volontà di portare in scena una idea originale di arte performativa in relazione al tempo e allo spazio.

Mr Furry ci porta all’interno di una dimensione metafisica dove sono il suono e la luce a definire il progredire del tempo, in cui si entra in contatto con la creatura che da nome alla piece. Si tratta di un essere che vuole preservare l’urgenza originale della propria esistenza e che, tramite i movimenti del suo corpo, vuole fungere da testimone dell’inarrestabile flusso dell’essere. Si tratta di uno spettacolo che si propone di essere un’invettiva liberatoria contro le sovrastrutture della società e che punta a riscoprire le attitudini umane che si mettono in atto nell’incessante tentativo di giungere a uno stato di felicità.

Sui Legami ha origine dall’interesse verso alcuni aspetti scientifici della dinamica e dai possibili parallelismi che questi hanno con il movimento corpo umano. In particolare, la performance si basa sull’esplorazione di un possibile linguaggio performativo in grado di trasformare le teorie e le scoperte della fisica in un’opera coreografica. Lo sviluppo concettuale della coreografia verte pertanto a uno studio sul corpo teso nell’atto di vivere un fenomeno capace di testare alcune leggi fisiche. Essa porta i due danzatori in scena a scindersi dal normale senso intuitivo di relazione tra gli stessi, facendosi così rappresentazione di quelle realtà non percepibili a occhio nudo. Anche la dimensione musicale segue poi il medesimo sviluppo, essendo la tecnica e la teoria musicale dirette conseguenze degli effetti sensoriali che hanno i fenomeni naturali sul corpo umano.

Una doppia esplorazione, che con Mr Furry si concentra sull’interiorità umana, per poi proseguire con Sui Legami verso l’osservazione del rapporto tra l’uomo e le leggi che governano la realtà.

Tommaso Serratore si forma all’Opus Ballet di Firenze ed entra a far parte di Officina Pontormo, progetto a cura di Virgilio Sieni. Approfondisce lo studio della danza contemporanea e collabora in qualità di danzatore con i coreografi Daniela Paci, Virgilio Sieni, Francesca Cola, Antonello Tudisco, Roberto Castello, Stefano Mazzotta ed Emanuele Sciannamea seguendo come assistente il coreografo Virgilio Sieni e C.ie Zerogrammi. Porta avanti il proprio percorso d’autore, orientato verso una ricerca artistica che porti alla coesistenza tra le diverse pratiche e tecniche performative, sperimentando l’approccio coreografico con danzatori e non professionisti come bambini, anziani, studenti, detenuti, e collaborando con diversi musicisti.

Maria Vittoria Feltre inizia gli studi di danza classica sin da giovanissima, per poi frequentare il Liceo Coreutico Teatro Nuovo di Torino. Dopo il diploma decide di dedicarsi allo studio della danza contemporanea presso la Codarts – Rotterdam Danse Academie in Olanda, conseguendo il Bachelor in Contemporary Dance nel 2009. Approfondisce ulteriormente presso il Centro Coreografico Opus Ballet di Firenze, seguendo il percorso professionale “L.OF.T”, di composizione e ricerca coreografica. Dal 2011 al 2014 inizia a collaborare come interprete in diverse compagnie quali Compagnia Opus Ballet diretta da Rosanna Broccatello, per Officina Pontormo diretta da Virgilio Sieni, per Sharon Fridman (Oriente e Occidente, Rovereto) e per Levantes Dance Theatre (Greenwich Dance Theatre, Londra). In questi anni ha inoltre la possibilità di studiare a stretto contatto con la Compagnia Zappalà Danza di Catania nell’ambito del percorso “Modem – Pro” e di frequentare il Tanzhaus Zurich di Zurigo in diverse occasioni di residenza. Fonda assieme a tre colleghe il collettivo Gruppo M.U.D., con il quale sviluppa diversi progetti coreografici quali “Small talk”, nato grazie al sostegno di Murmuris Teatro e Versiliadanza nel percorso residenziale Flow-residenza creativa multipla; “Per(n)”, un’installazione performativa realizzata site-specific per il Centro per l’arte contemporanea Luigi Pecci di Prato; e “Temenos”, un concerto visuale per il musicista Gianfranco De Franco e il regista Massimo Bevilacqua presentato ad Intercity Festival presso il Teatro della Limonaia di Sesto Fiorentino. Dal 2016 è danzatrice per la compagnia senese Compagnia Francesca Selva, prendendo parte alla produzioni “Terra Blu”, “Amore Amaro”, “Mercy”, “Ballata Popolare” e “Le furie di Orlando”. Nel 2017 lavora per la Compagnia Teatro Studio Krypton nei progetti curati da Margherita Landi “Muovere un cielo pieno di figure vive” e “Periferika”. Dal 2017 ad oggi ha lavorato a due spettacoli di cui è autrice e interprete: “Isole Sensibili” con il collega Luca Zanni e “DOYOUWANNAJUDGEME”, con i colleghi Luca Zanni e Nicola Simone Cisternino, recentemente selezionato per la Vetrina del Network Anticorpi XL 2019. Parallelamente al suo lavoro di danzatrice, dal suo diploma ad oggi mantiene vivo il suo interesse per l’insegnamento, collaborando con coreografi nazionali ed internazionali in diversi progetti di didattica.

Luca Zanni è danzatore e performer. Si forma presso il Centro Coreografico Opus Ballet e durante il percorso di studi viene inserito nell’omonima Compagnia. In seguito prende parte a diversi progetti da freelance collaborando negli anni con Compagnia Virgilio Sieni, Biennale Danza Venezia con coreografie di David Zambrano, Festival Oriente Occidente con coreografie di Sharon Fridman, Joe Lott Dance Company (UK), Shelly Owen (UK), Festival La Democrazia del Corpo con le coreografie di Daniele Ninarello, Compagnia Francesca Selva, Compagnia Petrillo Danza e Compagnia Cie Twain diretta da Loredana Parrella. Oltre al lavoro di interprete, dal 2016 inizia un percorso come autore e crea in coppia con Maria Vittoria Feltre il progetto “Isole Sensibili”, co-prodotto dal consorzio Con.Cord.D.A.

Mr Furry

ideazione e interpretazione Tommaso Serratore

luci Eleonora Diana

musiche Gabriele Ottino

coproduzione Perypezye Urbane, Versiliadanza

si ringrazia MCF Belfioredanza

Sui Legami

performance ideata durante U.F.O. Art&Sound Festival in collaborazione con Ass.Cult. MIGMA

progetto prodotto e sostenuto da Company Blu / SESTO TRAM – Teatro di Residenza Artistica Multipla

creazione e interpretazione Maria Vittoria Feltre, Luca Zanni

elaborazione sonora COMRADE – Matteo Santini

consulenza tematica Anna Feltre, Paolo Panci

Iscriviti alla newsletter di Campadidanza