Home Attualità Horse boy in apnea-Compagnia Danza Flux

    Horse boy in apnea-Compagnia Danza Flux

    595
    Fabrizio Varriale in Horse-boy in apnea
    Fabrizio Varriale in Horse-boy in apnea

    L’uomo e l’eterna lotta con i limiti che gli sono imposti da un mondo che non lascia spazio all’unicità e alla libertà di agire seguendo un istinto ancestrale innato. L’essere all’interno di una dimensione oramai interamente codificata secondo parametri condivisi e accettati perché esistenti da tempi immemorabili. La lotta per venir fuori da un grigio in cui tutto si confonde  e finisce per essere lo stesso, sempre lo stesso. L’animalità repressa dell’attimo che è adesso e che forse non sarà più.

    Horse-boy consuma la strada, scava e scalcia restando quasi sempre e inspiegabilmente allo stesso posto in una lotta frustrante che trova sfogo e appagamento soltanto quando, stremato, porta il corpo al trionfo: libero, senza più limiti e vincoli e imbrigliature asfissianti.

    La coreografia di Chiara Alborino e Fabrizio Varriale, di cui quest’ultimo è l’unico interprete, già selezionata per la scorsa edizione dell’E45 Fringe Festival, torna questa volta al Piccolo Bellini il 14, il 15 e il 16 marzo dimostrando che senza nient’altro a parte il corpo, e la sua forza animale incontenibile, il linguaggio della danza contemporanea sa essere immediato e travolgente nel trattare argomenti che, in maniera a volte conscia e tante altre inconscia, riguardano da sempre tutto il genere umano.