Danza contemporanea, performance e incursioni artistiche ci aspettano a Cagliari dal 19 settembre al 13 novembre per il FIND, XXXV Edizione del Festival Internazionale Nuova Danza. Diversi i luoghi della città pronti ad accogliere gli spettacoli: il Teatro Massimo, l’Ex Art, il Teatro Auditorium Comunale, Via Dettori e Corso Vittorio Emanuele. In cartellone più di venti titoli (tra cui sette prime italiane), grandi nomi della coreografia europea e progetti in collaborazione con network nazionali. Evento d’apertura (anteprima il 16 settembre e poi il 19, 20 e 21 settembre) Sull’autobussolo, sull’autobissolo di Maya Inc, un’incursione artistica di bizzarri personaggi un po’ fuori dal mondo, sognatori attenti ai particolari, che guardano il cielo, praticano la gentilezza e amano ancora la bellezza. Il 19 settembre al centro Ex Art va invece in scena Body Moods del gruppo campano Borderline Danza diretto da Claudio Malangone. Il suo lavoro è un percorso tra gli elementi della natura e le influenze sui temperamenti individuali, tra eccessi, mancanze e compensazioni. Il 21 settembre in programma tre spettacoli: presso Ex Art la compagnia Le Supplici sale sul palco con Seagull sleeps di Fabrizio Favale, una creazione che si articola nello spazio tra incastri e slittamenti, linee e contrappesi, alla ricerca di nuove definizioni del materiale coreografico; in Corso Vittorio Emanuele per Danza Urbana XL, Joshua Monten, artista nato a New York City e attivo in Svizzera, presenta Kill your darlings,  in cui un gioco (campana) si trasforma in danza, tra geometrie e ritmi progressivamente più complessi in un coinvolgente viaggio intorno alla body percussion; al Teatro Auditorium Comunale c’è la compagnia toscana Versiliadanza con Mit Affekt. Il 22 settembre, poi, al Teatro Auditorium Comunale, Točnadanza di Venezia porta in scena Notturni d’acqua, coreografia di Michela Barasciutti ispirata al cambiamento, un notturno sospeso tra sogno e memoria, corpo e luce, impalpabile e inesorabile come l’acqua che accarezza la terra e poi si ritira seguendo la guida lunare. Tra gli appuntamenti centrali del FIND 35, lo spettacolo Pensieri dell’anima. Ritratto di Micha van Hoecke (23 settembreTeatro Auditorium Comunale), opera del carismatico coreografo-regista belga, per anni collaboratore prediletto di Maurice Béjart, direttore a Bruxelles dell’École Mudra e poi fondatore della compagnia l’Ensemble. In scena lo stesso Micha van Hoecke, accompagnato dai danzatori del C.P.P. OFFBEAT.lab | Padova Danza (diretto da Gabriella Furlan Malvezzi): un ritratto d’artista fatto di gesti e parole, tra la malinconia del ricordo, la gioia del vissuto, l’ironia del racconto. Doppio appuntamento con il Gruppo e-Motion, compagnia di danza contemporanea con sede a L’Aquila, presente a Cagliari il 23 settembre presso Ex Art con Crossover di Manolo Perazzi e il 27 al Teatro Auditorium Comunale, con In-habit di Francesca La Cava. Il 24 settembre, appuntamento con il Progetto QLab, collaborazione tra Maya Inc e gli studenti del Liceo Artistico Brotzu di Quartu S. Elena da cui sono nate tre performance con la supervisione del coreografo e danzatore Matteo Corso. Nella stessa serata sul palcoscenico del Teatro Auditorium arriva Paula Quintana con Pieles, una fusione di stili (danza contemporanea, teatro fisico, flamenco) e un viaggio tra le emozioni: la ricerca di sé e del presente, tra le battaglie di un’anima che vive, respira, si arrende e si trasforma. Si prsegue il 25 settembre al Teatro Auditorium Comunale con Studio per Anime Perdute di Danza Estemporada (direzione artistica Livia Lepri). A seguire il 28, al centro Ex Art, Serata Explò con gli artisti selezionati per la Vetrina della giovane danza d’autore 2017. Nella stessa giornata Luca Massidda presenta Indietro a Sconosciuti mentre la Mandala Dance Company, ensemble romano diretto da Paola Sorressa, propone Le mille gru. Mandala Dance Company torna in scena il 29 settembre al Teatro Auditorium con Focus. Sempre il 29 al Teatro Auditorium Comunale arriva il Collectif Art Mouv’/Zone Libre, in scena a Cagliari con The place to be, creazione che ha debuttato lo scorso 19 maggio al Théâtre de Bastia, all’interno del festival Plateforme Danse. Ospite atteso del FIND 35, il Ballet National de Marseille/ICK, con la direzione di Emio Greco e Pieter C. Scholten, presente a Cagliari con una serata in due parti (29 e 30 settembre – Teatro Massimo): Two, duetto sospeso tra il duello e il gioco, un’indagine sul tema del doppio, centrale nella ricerca dei due autori sin dalla metà degli anni Novanta, e Boléro, creazione sul “corpo in rivolta” che nel 2002 rivelò in Italia il talento di Emio Greco (già da tempo attivo in Olanda), riscritta nel 2015 per gli interpreti del Ballet National de Marseille. Il 1° ottobre in Corso Vittorio Emanuele per Danza Urbana XL, il Collettivo Pirate Jenny con Cheerleaders, indagine di Elisa Ferrari, Davide Manico e Sara Catellani sulle dinamiche di una microcomunità che si ritrova a dover condividere un luogo, un tempo, un’azione. Dalle 20,00 al Teatro Auditorium Comunale va in scena la compagnia ASMED/Balletto di Sardegna con due titoli di Matteo Corso: Zato’ e Falls. Nella stessa serata, infine, le creazioni in anteprima degli autori selezionati dal Bando SIAE Sillumina in collaborazione con Maya Inc: Lumen me lumen di Simona Perrella e 120 grammi di Sara Pischedda.