A Firenze, nell’ambito del Festival La democrazia del corpo, diretto da Virgilio Sieni, debutta Come as you are, il nuovo progetto coreografico di Jacopo Jenna. Lo spettacolo, creato con la collaborazione dell’artista visivo Jacopo Miliani, sarà presentato venerdì 2 dicembre negli spazi di Cango (via S. Maria, 25).

Coreografo, performer e filmaker, Jenna parte per questo suo ultimo lavoro dall’omonima canzone di Kurt Cobain. «Il frontman della band Nirvana ha descritto il testo di Come as you are come contraddittorio e confuso, dicendo che la canzone riguarda le persone e come ci si aspetta che agiscano» dichiara il coreografo. «Questo progetto coreografico» continua Jenna «prende in prestito il titolo della canzone del 1991, usandolo come invito per il pubblico e per la danza che verrà messa in atto, che dilata e contrae quel momento di passaggio in cui si aggancia lo sguardo e si accede al movimento puro». Aggiunge l’artista visivo Miliani: «Lo spazio semantico del testo della canzone viene decostruito sotto forma di immagine e ricollocato sulla scena attraverso la produzione di venti asciugamani di spugna bianchi e rossi dove le parole riemergono scomposte in una forma grafica, determinando nel movimento una trasformazione di relazioni con le liriche scritte da Cobain». Conclude Jenna: «La coreografia si sviluppa in due sezioni traslando forma, dinamiche e assorbendo l’immagine, creando un insieme di danze frammentate in un flusso cromatico nel quale la percezione seleziona un mondo, dove le cose si muovono o sono mosse».

Jenna prenderà parte al Festival anche domenica 4 dicembre (in doppia replica alle ore 17 e alle ore 18), con Here we are now, entertain us, creazione site specific esito di un percorso di trasmissione e creazione rivolto a danzatori e interpreti non professionisti che «mira a trovare sistemi di dialogo ritmico attraverso una relazione funzionale al movimento tra corpi con diverse specificità e codificazioni».