E’ Romeo e Giulietta di Davide Bombana, affidato alla compagnia  Junior del Balletto di Toscana diretta da Cristina Bozzolini, a chiudere stasera, al Teatro Verdi di Padova, Evoluzioni, la Stagione di Danza promossa dal Teatro Stabile del Veneto – Teatro Nazionale. Quella di Bombana è un’appassionata riscrittura del capolavoro di Shakespeare, teatrale e avvincente, che trasporta la vicenda dei due sfortunati amanti da Verona a Sarajevo, terra di aspri conflitti sociali e culturali. Nell’invenzione del coreografo, infatti, la vicenda si sovrappone all’eco della reale storia di Admira e Bosko – lei musulmana, lui il suo fidanzato serbo – uccisi da un cecchino nel tentativo di fuggire dal macello di Sarajevo, durante il conflitto balcanico, appena venti anni fa. In scena c’è la contrapposizione tra due visioni antitetiche della società, della politica, della religione, che entrano in rotta di collisione, e nella loro follia travolgono ogni sentimento di umanità.