Home Attualità Doppietta Tersicorea con la “Teoria dello sciame intelligente” di Gabriella Stazio e...

Doppietta Tersicorea con la “Teoria dello sciame intelligente” di Gabriella Stazio e “Mani-ere” di Luca Calzolaro

102

Salerno. Domani (sabato 30 novembre 2019), alle ore 21, al Centro Sociale di Salerno c’è il quattordicesimo appuntamento della rassegna Incontri con una doppietta. Ad aprire la serata sarà la compagnia Movimento Danza che presenta “La teoria dello sciame intelligente” per la coreografia di Gabriella Stazio. “La creatività comincia nel punto in cui s’incontrano ordine e disordine”: questo è il nucleo focale dello spettacolo, una teoria che esiste in biologia animale ma che è anche il titolo della nuova coreografia di Gabriella Stazio creata per la Compagnia Movimento Danza con musiche originali dal vivo di Matteo Castaldo.
I concept compositivi di base della coreografia si rifanno alla teoria dello Swarm Intelligence, ovvero alle intuizioni biologiche sulle incredibili capacità di risolvere problemi complessi grazie ad una organizzazione senza organizzatore di insetti sociali, stormi di uccelli, banchi di pesci. Avanguardia, innovazione, ricerca, sono questi i termini che hanno guidato la Stazio in quest’ultimo lavoro. In scena Angela Caputo, Valeria D’Antonio, Sonia Di Gennaro e Simona Perrella.

A seguire andrà in scena “Mani-ere”, Gèranos Orchestra Dance Company” e la coreografia di Luca Calzolaro, che nasce dall’intento di mostrare attraverso la simbologia delle mani, le varie fasi di crescita dell’individuo all’interno della società. Mani che raccontano storie vissute, idee ed ideali, fedi, ma anche mani che descrivono l’orrore che la violenza suscita. Mani che non alzano muri ma li abbattono e che costruiscono punti fra diversi popoli del mondo. Particolare attenzione viene data ai temi della violenza intensa non solo come violenza fisica ma anche come sopraffazione psicologica, come succede ancora oggi alle donne in vari ambiti sociali e familiari. L’obiettivo dello spettacolo è quello di sensibilizzare il pubblico sull’importanza dei gesti e della gestualità nonché del corpo come strumento di comunicazione.

La rassegna si chiude il 6 dicembre (ore 10.30) al Cine Teatro “Totò” di Sassano (Sa) con la compagnia Ex Orto in “Il Brutto anatroccolo” per la sezione “Kids”. Lo spettacolo di parola, danza e musica liberamente tratto dalla favola di Hans Christian Andersen porta la firma del coreografo da Piero Leccese.

La rassegna Incontri è realizzata in collaborazione con Raid-Rassegna Interregionale di Danza di Claudio Malangone, Salerno Solidale e Bimed e con il patrocinio del Comune di Salerno, del Comune di Pellezzano, del Comune di Vallo della Lucania, del Comune di Sassano e della Fondazione Cassa di Risparmio Salernitana.  La rassegna è tra i progetti italiani ad aver ottenuto l’importante riconoscimento del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo. La direzione artistica è di Antonella Iannone.

Iscriviti alla newsletter di Campadidanza