Home Attualità Debutta a TORINODANZA “FOOD – PUÒ CONTENERE TRACCE DI…”

Debutta a TORINODANZA “FOOD – PUÒ CONTENERE TRACCE DI…”

143

Torinodanza Festival 2019 prosegue con FOOD – PUÒ CONTENERE TRACCE DI…, in programma sabato 14 e domenica 15 settembre, alle ore 20.45, nel Foyer del Teatro Carignano. Lo spettacolo, creato da Luca Silvestrini e Orlando Gough, sarà interpretato dai performer Simone Donati, Virginia Scudeletti, con la partecipazione di Serena Martarelli, con la regia e la coreografia di Luca Silvestrini. Musica originale di Orlando Gough, scene e costumi originali di Yann Seabra, disegno luci Jackie Shemesh; per la versione italiana: allestimento tecnico Roberto Bivona, costumi e oggetti di scena Stefania Cempini. Lo spettacolo è prodotto da Marche Teatro e Protein.

Lo spettacolo FOOD – PUÒ CONTENERE TRACCE DI…, diretto da Luca Silvestrini, trasforma il Foyer del Teatro Carignano in un originale ristorante, dove il pubblico, invitato a sedere ai tavoli, vive un’esperienza incentrata sul cibo e sul nostro rapporto con il mangiare, sempre più complesso e articolato.

Una serata piacevole e leggera, tra un assaggio e l’altro, in un divertente insieme di danza, teatro musica e comicità, che diventa un modo per raccontare storie, esperienze e attitudini in grado di provocare al pubblico emozioni e ricordi.

LA SCHEDA DELLO SPETTACOLO

FOOD-Può contenere tracce di… è un’esperienza sensoriale e partecipata, in un contesto sociale e storico dove il cibo e il rapporto sempre più articolato con la nutrizione hanno conquistato una posizione di rilevanza nel dibattito culturale. È davvero preferibile acquistare prodotti a kilometro zero? O forse bisognerebbe diventare vegetariani? Siete mai stati influenzati dalla confezione di un nuovo prodotto alimentare? Siete invitati a sedervi ai tavoli di un originale ristorante in cui i vostri coinvolgenti e talentuosi ospiti sapranno catturare la vostra attenzione con un divertente insieme di danza, teatro, musica e comicità.

Luca Silvestrini, danzatore e coreografo e Orlando Gough, compositore, oltre alla passione per il palcoscenico condividono anche quella per il cibo, tanto da creare un progetto comune, una piacevole e leggera serata, seduti ad un tavolo in cui, tra un assaggio e l’altro, si raccontano storie ed esperienze in grado di provocare emozioni nel pubblico che partecipa.

Un tema apparentemente chiaro che, traslato in un contesto coreografico, acquisisce improvvise sfumature: «FOOD è la versione italiana del duetto May Contain Food, May Contain You, creato a un anno di distanza dal pezzo originale – scrive Luca Silvestrini -. Non avevamo previsto le tante questioni e gli ambiti tematici che mano a mano venivano affiorando e che toccavano nel profondo le esperienze e le sensibilità nostre e dei nostri performer. Ad un certo punto abbiamo capito che questa seppur piacevole e leggera serata, seduti ad un tavolo e tra un assaggio e l’altro, poteva anche diventare un modo per raccontare storie, esperienze ed attitudini in grado di provocare emozioni e ricordi tra il pubblico/ospite. Questa versione a due scaturisce dal desiderio di portare un progetto come questo in spazi non necessariamente teatrali, in una dimensione più intima e conviviale».

Luca Silvestrini nel 1995 si trasferisce a Londra per completare gli studi di danza al Laban Centre (oggi Trinity Laban). Nel 1997 dà avvio alla compagnia Protein, che co-dirige con Bettina Strickler fino al 2004. Contraddistintosi per aver realizzato esperienze di danza di massa, tra le quali la Big World Dance a Trafalgar Square nel 2010, e per creazioni multi-generazionali a livello internazionale, ha coreografato per la Royal Opera House, Transitions Dance Company, CandoCo, Bare Bones, Intoto, From Here To Maturity, Company of Elders at Sadler’s Wells, Sankalpalm, HeadSpace Dance, Verve e Sardoville. Nel campo dell’opera e del teatro ha lavorato con English National Opera, Theatre Rites, Royal Court Theatre, Duckie e Youth Music Theatre UK. Tra i premi riconosciutogli, il Jerwood Choreography Award, il Bonnie Bird New Choreography Award e il The Place Prize 2006 Audience Award.

Orlando Gough compone musica principalmente per opere teatrali (opera, teatro, danza, spettacoli musicali), ma crea anche grandi lavori di site-specific. Ha composto per Rambert, il Royal Ballet, Siobhan Davies Dance, Shobana Jeyasingh Dance Company e il Dutch National Ballet. Ha inoltre composto per la cerimonia di chiusura di Stavanager European Capital of Culture, per l’evento di apertura di Linz European Capital of Culture e per la riapertura del Coliseum a Londra.

TORINODANZA | I PARTNER

Torinodanza 2019 è un progetto realizzato da Torinodanza festival/Teatro Stabile di Torino – Teatro Nazionale, maggior sostenitore Compagnia di San Paolo, con il sostegno di Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, Regione Piemonte, Città di Torino, Fondazione per la Cultura Torino, in partenariato con Intesa Sanpaolo.

Il festival Torinodanza, nato nel 1987, è organizzato dal 2009 dal Teatro Stabile di Torino – Teatro Nazionale. 

www.torinodanzafestival.it

Teatro Carignano (Foyer)

14 – 15 settembre 2019 – ore 20.45 (Italia)

FOOD

PUÒ CONTENERE TRACCE DI…

creato da Luca Silvestrini e Orlando Gough

performer Simone Donati, Virginia Scudeletti

con la partecipazione di Serena Martarelli

musica originale Orlando Gough

regia e coreografia Luca Silvestrini

scene e costumi originali Yann Seabra

disegno luci originali Jackie Shemesh

per la versione italiana:

allestimento tecnico Roberto Bivona

costumi e oggetti di scena Stefania Cempini

tecnico di compagnia Michele Stura

MARCHE TEATRO, Protein

INFO STAMPA:

Teatro Stabile di Torino – Teatro Nazionale, Area Stampa e Comunicazione

Carla Galliano (Responsabile), Simona Carrera

Via Rossini 12 – Torino (Italia). Telefono + 39 011 5169414 – 5169435

E-mail: galliano@teatrostabiletorino.itcarrera@teatrostabiletorino.it

INFO BIGLIETTERIA

TEL 011 5169555 / NUMERO VERDE 800 235 333

Biglietteria del Teatro Stabile di Torino: Teatro Gobetti, via Rossini 8 – Torino

Vendita on-line: www.teatrostabiletorino.itwww.torinodanzafestival.it

Info: info@torinodanzafestival.it

Iscriviti alla newsletter di Campadidanza