Va in scena l’8 dicembre a Cesena, al Teatro Comandini alle ore 18 (mentre la prova generale è prevista il 29 novembre 2015 ore 18.00 Spazio Aereo, Via delle Industrie 27/5, Marghera Venezia),  Col Corpo Capisco #1di Adriana Borriello. Che non è solo un titolo, ma una dichiarazione, un manifesto, un modo di stare al mondo, dice la coreografa di origine avellinese.

Cuore del lavoro è la trasmissione, da corpo a corpo, attraverso il movimento come pratica e linguaggio, il cui strumento principe è il sentire: nella ricerca della perfetta aderenza al qui ed ora, l’interezza dell’esserci si perde nel sempre e ovunque. Il movimento come arte dell’impermanenza parla con le parole del Tempo e dello Spazio, e in essi imprime, plasma, scolpisce, dà forma all’invisibile. La danza, essenza dell’atto “inutile” che riflette su sé stesso, diventa medium di conoscenza della non-conoscenza, la sapienza del corpo, dell’esserci. Qui la danza è musica del movimento e la musica è danza dei suoni, territorio comune il corpo.

In scena quattro persone: due giovani danzatrici, Adriana Borriello  e il musicista.

“Questo lavoro è dedicato a John William Shadow, mio Maestro, e amico” dichiara Adriana Borriello.

8 dicembre 2015 ore 18.30 PRIMA

Teatro Comandini , Corte del Volontariato 22, Cesena

 29 novembre 2015 ore 18.00 PROVA GENERALE APERTA

Spazio Aereo, Via delle Industrie 27/5, Marghera Venezia

Col Corpo Capisco #1

Coreografia Adriana Borriello

Con Adriana Borriello, Donatella Morrone, Ilenia Romano

Musica Roberto Paci Dalò eseguita dal vivo dall’autore

Produzione Orizzonti Festival, Atacama, Compagnia Adriana Borriello, Giardini Pensili