Riparte ad aprile ResiDance XL, l’azione del Network Anticorpi XL dedicata ai progetti di residenza per le creazioni coreografiche, coordinata da L’arboreto – Teatro Dimora di Mondaino: domenica 8 aprile inizierà infatti il primo periodo di residenza di Marco D’Agostin al Garage Nardini del CSC – Centro per la Scena Contemporanea/Operaestate Festival del Comune di Bassano del Grappa.

 

Quest’anno il progetto ResiDance XL ha selezionato sette coreografi:

Daniele Albanese, Chiara Bersani, Francesco Colaleo | CIE MF Maxime&Francesco, Compagnia Enzo Cosimi, Marco D’Agostin, Olimpia Fortuni, Silvia Gribaudi.

Ognuno di questi artisti potrà usufruire di tre periodi di residenza creativa offerti da diversi partner che sostengono l’azione, realizzando così non solo un percorso di ricerca ma un attraversamento di luoghi e comunità.

 

In questa edizione ResiDance XL garantirà un totale di 247 giorni di residenza suddivisi in 21 periodi che verranno offerti e curati da 15 operatori del Network Anticorpi XL, di ben 10 regioni d’Italia diverse, che hanno stipulato il protocollo d’intesa:
ACS – Abruzzo Circuito Spettacolo (Abruzzo), AMAT – Associazione Marchigiana Attività Teatrali (Marche), Armunia (Toscana), ARTEVEN Circuito Teatrale Regionale (Veneto), Fondazione Teatro Comunale di Vicenza (Veneto), Artedanzae20 (Lombardia), Capotrave – Kilowatt (Toscana), C.L.A.P.Spettacolodalvivo – Circuito Lombardia Arti Pluridisciplinari (Lombardia), CSC – Operaestate Festival Bassano (Veneto), Fondazione Piemonte dal Vivo – Circuito regionale multidisciplinare (Piemonte), L’arboreto – Teatro Dimora di Mondaino (Emilia-Romagna), Santarcangelo dei Teatri (Emilia-Romagna), Teatro Akropolis (Liguria), TPP – Teatro Pubblico Pugliese (Puglia),  Associazione Incontri Internazionali di Rovereto – OrienteOccidente (Trentino Alto Adige).

Il principale obiettivo di ResiDance XL è dunque quello di promuovere lo sviluppo delle residenze coreografiche e ha scelto di farlo attraverso un progetto articolato in diverse fasi.
La prima azione è stata la definizione, all’interno dei partner del network Anticorpi XL, di una mappa dei luoghi e delle strutture, che negli anni hanno maggiormente curato progetti di accoglienza a sostegno di autori coreografici. Su questa geografia condivisa di tempi e luoghi di qualità, il coordinamento de L’arboreto – Teatro Dimora, in un dialogo accurato assieme agli autori selezionati e i partner, ha disegnato i percorsi di attraversamento, valorizzando il significato dello studio e della ricerca, dei processi creativi.

 

In questi ultimi anni, le residenze creative hanno rappresentato una delle reali novità artistiche e organizzative della danza e del teatro nazionale, della scena del presente: luoghi e tempi dedicati alla ricerca e alla produzione di nuove opere contemporanee per sostenere la centralità dei processi creativi delle nuove generazioni. Nelle relazioni fra artisti, operatori, pubblico e comunità di riferimento, le residenze creative hanno sperimentato nuove progettualità e altri linguaggi espressivi contemporanei: atti di pensiero e strumenti di lavoro necessari per mantenere alta la tensione dello studio, della formazione e della produzione. Luoghi e progetti, laboratori del contemporaneo, che permettono agli artisti di lavorare al proprio interno e allo stesso tempo di confrontarsi con altri sguardi d’autore: artisti, operatori, drammaturghi, studiosi e critici della danza, delle arti sceniche e figurative. ResiDance XL rappresenta, di fatto, la prima azione di coordinamento e di sistema a livello nazionale per sostenere la cultura delle residenze coreografiche.

Altra fondamentale parte dell’azione è la documentazione del lavoro degli artisti in residenza che Francesca Giuliani riporta nel Blog ResiDance http://residancexl.tumblr.com/

Una raccolta di pensieri, riflessioni, immagini, che cercano di restituire le prospettive e lo spirito che muove questi artisti nel processo creativo, permettendo così al pubblico un accesso privilegiato a queste officine.

Ulteriori informazioni e aggiornamenti si potranno invece trovare sul sito del Network Anticorpi XL nella sezione dedicata:

http://www.networkdanzaxl.org/azione/7/2018/residance-xl.html

 

Nelle precedenti edizioni l’azione ha sostenuto il percorso creativo e la produzione di importanti opere a livello nazionale come Tiny – Annamaria Ajmone, Venus – Nicola Galli,  Sylphidarium – CollettivOCinetico (premio ubu 2017 – miglior spettacolo di danza), Estasi – Compagnia Enzo Cosimi, Primitiva e Geografie dell’istante – Manfredi Perego, ma ha scelto con determinazione di accogliere anche percorsi di ricerca non immediatamente legati ad una finalità produttiva come Universal studios matematica e altri giochi di società – MK, Wonder(l)and – Simona Bertozzi, Ex-Aequo – Silvia Gribaudi.
Cos’è Anticorpi XL 
Anticorpi XL è il primo network italiano dedicato alla giovane danza d’autore. Coinvolge attualmente 37 operatori in 15 regioni e da dieci anni rappresenta un esempio concreto e significativo di promozione della nuova generazione di coreografi italiani. Anticorpi XL è una rete di operatori che propone un’articolata gamma di azioni volte a rispondere alle necessità dei giovani autori nelle differenti fasi del loro percorso di crescita e maturazione.

 

Per informazioni

Coordinamento azione ResiDance per il Network AnticorpiXL

Paolo Brancalion

associazione culturale L’arboreto-Teatro Dimora

tel. e fax 0541.624003

tel. mobile +39 328.3793281

info@arboreto.org

Foto di Roberta Segata

iscriviti alla newsletter di campadidanza