Maurizio Bigonzetti si è dimesso da
direttore del Corpo di ballo della Scala, ruolo che ricopriva da circa otto mesi, non senza scontri con i ballerini.
“Il maestro Mauro Bigonzetti – annuncia un comunicato del teatro – è stato costretto con grande rammarico a rinunciare
alla Direzione del Corpo di Ballo del Teatro alla Scala dal perdurare della patologia alla schiena che lo ha colpito all’inizio dell’estate”. Il parere dei medici esclude per il prossimo futuro ogni tipo di sforzo rendendo di fatto impossibile in questa fase l’attivit. professionale. Il Teatro
alla Scala – prosegue la nota – augura al maestro Bigonzetti di
potersi rimettere al pi- presto”.
Al momento il suo ruolo sarà preso ad interim fino a febbraio
da Frederick Olivieri, attualmente direttore della scuola di
ballo della Scala che in passato aveva già  diretto il corpo di
ballo. Il sovrintendente Alexander Pereira ha preso questa
decisione dopo aver consultato anche i rappresentanti del ballo.
Bigonzetti avrebbe dovuto firmare una nuova coreografia di
“Coppelia” come balletto inaugurale della stagione il 20 dicembre,
ma così  non sarà! Resta infatti confermato come titolo
d’apertura “Coppelia” con l’,toile Roberto Bolle, però in una
diversa coreografia, probabilmente quella di Roland Petit.
La presentazione di Bigonzetti come direttore del corpo di
ballo era stata fatta da Alexander Pereira il 1 febbraio scorso,
non senza qualche perplessità dei ballerini per l’arrivo di un
coreografo a guidarli.
La tensione è salita poi lo scorso 10 maggio alla
presentazione della nuova stagione, dove, secondo i danzatori,
mancavano balletti classici