La giovane compagnia ARB Dance Company domani sera condividerà il palcoscenico con Mariella Nava. Katia Marocco e Camilla Rega, due delle danzatrici della compagnia casertana diretta da Anna Maria Di Maio, insieme alla cantante ed a Michele Casella porteranno in scena Un Uomo. Lo spettacolo, che si terrà alle 21 nel cortile del Quartiere Militare Borbonico di Casagiove (ingresso libero), è uno degli appuntamenti della rassegna di spettacoli Artestate.

E’ da una riflessione della Nava a seguito della lettura della Carta della dichiarazione dei Diritti umani che nasce Un Uomo, un viaggio/riflessione fatto di musica e parole. Ai testi, scritti dalla cantautrice di Taranto e interpretati da Casella, che firma anche la regia, si affiancano i brani del ricco repertorio musicale della Nava, da sempre nota per le sue canzoni attente ad aspetti sociali, culturali, sentimentali. I pezzi scelti toccano, direttamente o indirettamente, quei diritti dell’Uomo così scontati eppure così difficili da rispettare e far rispettare. Le coreografie, invece, rappresentano il percorso dell’uomo: dalla nascita nuda al primo stato umano selvaggio, ad una “vestizione a metà” perché l’uomo nei suoi momenti violenti perde tutta la ragione che ha conquistato, a un raggiungimento di cuore e ragione che, insieme, fanno di un uomo un Uomo.

Nata nel luglio 2009, la ARB Dance Company ha nel suo repertorio già diverse produzioni. Tra queste Le città invisibili, coreografia di Roberta De Rosa liberamente ispirata al libro di Italo Calvino, e Mezzo Nero, Rosso mezzo, celebrazione dell’incontro tra due anime gemelle firmata dal venezuelano Fernando Suels Mendoza, dal 1995 nella compagnia di Pina Bausch, il Tanztheater Wuppertal.