CONDIVIDI
Jiří Kylián (*1947, Praha) je český taneční choreograf, tanečník a fotograf. 27.1.2017,

Domani 9 settembre (ore 21.00), nel magico scenario della Spiaggia Grande, prende il via la 45esima edizione di “Positano Premia la Danza – Léonide Massine”. Lo storico premio,  diretto per il terzo anno da Laura Valente, dal 2016 è capofila di una rete di sistema che riunisce i maggiori riconoscimenti mondiali dedicati al balletto a cominciare dal Prix Benois di Mosca – con il quale il Massine è gemellato – e il Prix ballet de Cannes Premio BALLET2000/Cannes/Francia. Tra le novità di quest’anno la collaborazione con il Teatro di San Carlo che ha messo a disposizione un bozzetto di Paolo Ricci realizzato per il balletto PETRUSHKA, e conservato presso l’Archivio Storico del Teatro che è l’immagine  ufficiale dell’edizione 2017 del Premio.

I PREMIATI DELLA 45esima EDIZIONE

Premio alla Carriera – Jirí Kylián, uno dei massimi coreografi viventi, e menzione speciale alla sua musa Sabine Kupferberg, una delle più grandi danzatrici del ‘900. Ceco, guida del Nederlands Dans Theater, la prestigiosa compagine olandese, appena trentenne Kylián già iscrisse il proprio nome tra i grandi della danza. Nel 2008 la regina Beatrice dei Paesi Bassi gli ha conferito la prestigiosa medaglia d’onore per l’arte e la scienza. Sabine Kupferberg per quasi quarant’anni ha danzato per i coreografi più importanti del suo tempo, come John Cranko, prima di diventare la musa e maggiore interprete di Kylián al Nederlands Dans Theater. Il maestro Kylián ha lavorato personalmente ad un corto di 15 minuti realizzato appositamente per il Premio Massine, che sarà proiettato la sera del 9 settembre.

Premio Musica per la Danza – Michael Nyman, musicista poliedrico, amatissimo dai coreografi che da sempre scelgono le sue musiche come fonte di ispirazione. Famoso per il cinema, collabora da anni con il regista gallese Peter Greenaway, per il quale ha composto numerose colonne sonore, ma la sua popolarità si deve a film come Lezioni di piano (The Piano, 1993) di Jane Campion, vincitore di tre premi Oscar e Palma d’Oro a Cannes. Nel film La stanza del figlio di Nanni Moretti, anche Nicola Piovani si è ispirato al grande musicista riproponendo Water Dances di Nyman (tratto dal cortometraggio Making a Splash di Peter Greenaway). Anche il maestro Nyman, dal palcoscenico del Premio Massine, sarà introdotto da un video: tre minuti in cui, attraverso il movimento di due ragazze che saltano la corda, viene lanciato un messaggio di denuncia contro la violazione dei diritti umani.

 

Premio per l’Alta Formazione nella danza – Paola Cantalupo (Centre International de Danse “R. Hightower”, Cannes), formata alla Scala, étoile dei Ballets de Monte-Carlo, è oggi direttrice a Cannes, una delle scuole più prestigiose in Europa, da sempre produttrice di talenti della danza classica e moderna. Presenterà due giovani danzatori del suo Cannes Jeune Ballet in un brano di Francesco Nappa.

 

Premio per la trasmissione di un Repertorio Coreografico raro – Frank Andersen e Dinna Bjørn (Direttori del Royal Danish Ballet). Entrambi a loro tempo primi ballerini del Balletto Reale Danese (lui per molti anni direttore della compagnia), svolgono da tempo in tutto il mondo un lavoro, per il quale sono considerati specialisti incomparabili, di ricostruzione dell’opera coreografica di August Bournonville, autore legato a Napoli dove visse e che gli ispirò il ballettoNapoli, presentato per la prima volta nel 1842 al Teatro Reale di Copenaghen.

 

Premio “Massine Legacy” – Tatiana Leskova (Ballets Russes de Colonel W. de Basil), tra le maggiori étoiles del Novecento, interprete e collaboratrice di Léonide Massine fin dal 1960.

Premio ai danzatori dell’anno sulla scena internazionale:

  • Maria Kochetkova (Bolshoi Ballet, San Francisco Ballet)
  • Léonore Baulac (Ballet de l’Opéra de Paris)
  • Daniel Camargo (Het Nationale Ballet)
  • Yanier Gómez (Compañía Nacional de Danza)
  • Virna Toppi e Nicola Del Freo (Teatro alla Scala)
  • Aidan Gibson e Jon Vallejo (Semperoper Dresden)
  • Sebastian Kloborg (Royal Danish Ballet)
  • Luigi Crispino (American Ballet Theatre)
  • Valeria Galluccio (Compagnie Marie Chouinard, Canada)
  • Otylia Gony e Dominic Bisson (Cannes Jeune Ballet)

 

Premio speciale all’Alta Formazione “Luca Vespoli” – Aurelio Tommasetti, Magnifico Rettore, Università di Salerno), per la politica perseguita dall’Università di Salerno nel dar vita ad un polo sui linguaggi delle arti in cui la danza trova inediti e proficui intrecci con le arti figurative, il teatro, la musica.

IL PROGRAMMA di domani 9 settembre

 

Hotel Covo dei Saraceni, ore 18.00: incontro pubblico con i premiati della 45esima edizione del Premio Positano Léonide Massine.

Pinacoteca Comunale, ore 19.00: inaugurazione della mostra Russians, a unique way with ballet a cura di Marc Haegeman.

Spiaggia Grande, ore 21.00: Gala degli Artisti Premiati: Positano Premia la danza – Léonide Massine, 45ma edizione. 

I danzatori sulla scena internazionale premiati, che si esibiranno, saranno:

  • Maria Kochetkova (Bolshoi Ballet, San Francisco Ballet)
  • Léonore Baulac con Alessio Carbone (Ballet de l’Opéra de Paris)
  • Sebastian Kloborg (Royal Danish Ballet)
  • Daniel Camargo (Het Nationale Ballet)
  • Yanier Gómez (Compañía Nacional de Danza)
  • Virna Toppi e Nicola Del Freo (Teatro alla Scala)
  • Aidan Gibson con Jon Vallejo (Semperoper Dresden)
  • Otylia Gony e Dominic Bisson (Cannes Jeune Ballet)
  • Valeria Galluccio (Compagnie Marie Chouinard, Canada)
  • Luigi Crispino (American Ballet Theatre)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.