Sabato 22 luglio alle ore 20.30 al Teatro di San Carlo per il San Carlo Opera Festival 2017 realizzato per “Napoli Città Lirica” con il contributo della Regione Campania, sarà presentata la nuova versione di Soirée Roland Petit  con repliche il 23, il 25 e 26 luglio e sarà una sorta di celebrazione del primo anno di direzione del Corpo di Ballo da parte di Giuseppe Picone. Un anno in cui i ballerini del San Carlo hanno danzato in un notevole numero di alzate di sipario, come non accadeva da tempo, considerando, oltre gli spettacoli in sede, anche le partecipazioni  a festival internazionali e Gala di danza.

La programmazione dello spettacolo è un omaggio al coreografo forse più amato al San Carlo, in quanto, prima della sua scomparsa nel 2011,  moltissime sono state le partecipazioni dirette di Roland Petit agli allestimenti dei suoi spettacoli, e l’artista marsigliese ha sempre mostrato un particolare affetto per la città di Napoli e il suo teatro. Il pipistrello, Duke Ellington Ballet, Coppélia, sono i tre principali titoli più volte ripresi al San Carlo.

Soirée ha in programma quattro celebri creazioni di Petit, con i costumi di Christine Laurent, Luisa Spinatelli e Yves Saint-Laurent, prevede  Gymnopédies, passo a due sugli omonimi pezzi per pianoforte di Erik Satie, concepito inizialmente per Ma Pavlova e poi sviluppato per Tout Satie, spettacolo in un solo atto del 1988. Seguirà  il pas de deux Morel et Saint-Loup ou le combat des anges, su  musiche di Gabriel Fauré, tratto da Proust (ou les intermittences du coeur) in cui Petit ci mostra “l’angelo” Saint Loup sedotto dal “diavolo” Morel.  La prima parte si conclude con La rose malade, creazione del 1973 realizzata per Maya Plisetskaya, sull’Adagietto della “quinta” di Gustav Mahler. Protagonisti: Maria Eichwal, étoile ospite,  e Giuseppe Picone.

La seconda parte dello spettacolo è interamente dedicata ai Pink Floyd, idea che fu suggerita a Roland Petit  dalla figlia nel 1972, con  una coreografia che  unisce la danza accademica al rock della band inglese e che, per l’occasione, è stata ripresa da Luigi Bonino con Lienz Chang. Strutturato in sette quadri, Obscured by clouds, Careful with that Axe, Eugene, The Great Gig in the Sky, Echoes, One of these days e Money, il balletto valorizza sia i singoli, con duetti e terzetti, sia l’insieme della compagnia con scene corali piene di forza e di vitalismo. Il disegno luci di Jean-Michel Desiré richiama le geometrie e i fasci laser della copertina dell’album The dark side of the moon.

                                                                                                          Roberta Albano

  Sabato 22 luglio 2017 ore 20.30 Turno A

Proust pas de deux – La Rose Malade – Ma Pavlova – Pink Floyd Ballet  di Roland Petit ripresi da Luigi Bonino – Ripetitore Lienz Chang

Luci Jean-Michel Desiré – Costumi Christine Laurent, Luisa Spinatelli, Yves Saint-Laurent

da Ma Pavlova: Gymnopédies

Interpreti: Anna Chiara Amirante, Giuseppe Ciccarelli

Martina Affaticato, Ertu Gjoni (27 luglio)

da Proust (ou Les intermittences du coer): Pas de deux “Morel et Saint-Loup ou le combat des anges”

Interpreti: Alessandro Staiano, Stanislao Capissi

Danilo Notaro (25 luglio)

La Rose Malade (creato nel 1973 per Maya Plisetskaya)

Adagietto dalla Quinta Sinfonia di Gustav Mahler

Interpreti Maria Eichwald, Giuseppe Picone

Claudia D’Antonio, Alessandro Staiano (25 luglio)

Parte Seconda

Pink Floyd Ballet:

Obscured by clouds

Carlo De Martino / Salvatore Manzo (25 luglio)

Careful with that Axe, Eugene

Anna Chiara Amirante /Annalina Nuzzo (25 luglio)

Martina Affaticato/ Annalisa Casillo (25 luglio)

Claudia D’Antonio/ Grazia Striano (25 luglio)

Alessandro Staiano/ Pietro Valente (25 luglio)

Stanislao Capissi/ Massimo Sorrentino (25 luglio)

Ertu Gjoni / Davide Bastioni (25 luglio)

 The Great Gig in the Sky – Pas de deux

Claudia D’Antonio / Sara Sancamillo (25 luglio)

Stanislao Capissi

Echoes – Pas de deux

Anna Chiara Amirante

Alessandro Staiano / Ertu Gjoni (25 luglio)

Echoes – Pas de trois

Candida Sorrentino, Carlo De Martino, Salvatore Manzo

Echoes – Assolo

Alessandro Staiano – Ertu Gjoni ( 25 luglio)

Echoes, Obscured by clouds, One of these days, Money

Corpo di Ballo

Direttore del Corpo di Ballo GIUSEPPE PICONE

CORPO DI BALLO DEL TEATRO DI SAN CARLO

Balletto su musiche registrate

Repliche

domenica 23 luglio 2017 ore 18.00 Turno F

iscriviti alla newsletter  di  Campadidanza