Abruzzo – ACS Abruzzo Circuito Spettacolo vive una nuova stagione, ricca di stimoli e di sfide, e proprio in virtù degli impegni che già da subito si trova ad affrontare, ha da pochi giorni ufficializzato un turnover del CdA e la nomina di un nuovo Presidente che va a sostituire Federico Fiorenza presidente ACS dal 2015. A Fiorenza, che rimane socio di ACS, va il riconoscimento del lavoro svolto con passione e dedizione in questi anni, e per questo dal CdA è partita anche la proposta di conferirgli la Presidenza onoraria.

Il nuovo CdA è composto dal Presidente Angelo Radica, dal Vicepresidente Michele Capomacchia  e da Amelia Gattone Rubicini che hanno riconfermato alla Direzione Eleonora Coccagna.

“Avevamo bisogno di un rinnovamento che andasse nella direzione di una gestione più manageriale di questa macchina potentissima che è ACS” dichiara il neo eletto Presidente “Io non sono un uomo di spettacolo, anche se amo il teatro e lo seguo con passione da spettatore quando i miei impegni come amministratore me lo permettono (ndr. Angelo Radica è l’attuale Sindaco di Tollo nel chietino), ma so quali sono le potenzialità di una azienda e come farla funzionare al meglio.

ACS è una Ferrari che per ora si è limitata a fare il giro di prova, ma è da qui in avanti che dovrà dimostrare quanto vale in un mercato sempre più competitivo, con una struttura che si espande a gran velocità, in procinto di avere finalmente il riconoscimento ministeriale come Circuito Multidisciplinare, e avendo ampliato la sfera di azione anche al Molise. Per essere preparati a una mole di lavoro così corposa” continua Radica “c’è bisogno di organizzare ACS come un’azienda, che da un lato ha la solidità di un apparato amministrativo e organizzativo efficiente, così da poter  presentare delle linee programmatiche e strategiche alle realtà territoriali e agli investitori, dall’altro lato ha le competenze e l’esperienza artistica per continuare nella sua opera di selezione e offerta culturale grazie all’ottimo lavoro di  Zenone Benedetto, Direttore artistico della Prosa.

ACS nei prossimi mesi” conclude “avvierà una serie di incontri e gruppi di lavoro in ogni provincia abruzzese così da presentare le proprie linee programmatiche, proporre e realizzare partnership su progetti e prodotti culturali, per parlare di business con aziende e investitori, per dare una spinta alla costruzione di una rete territoriale che sia davvero un volano di sviluppo culturale ed economico per la nostra regione.”

iscriviti alla newsletter di campadidanza

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.